Embed RSS
ISSN 2498-9916
Direttore: Avv. Francesco Barchielli

ARGOMENTO: Convenzioni urbanistiche

T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, giugno 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

L'obbligazione di provvedere alla realizzazione delle opere di urbanizzazione assunta da colui che stipula una convenzione edilizia può essere qualificata come obbligazione propter rem?

T.A.R. Liguria, Genova, Sezione I, maggio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sui canoni di interpretazione del contenuto della convenzione di lottizzazione.

Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Può l’amministrazione prevedere, a tutela dell’interesse pubblico perseguito per il tramite degli accordi afferenti all’edilizia residenziale pubblica, “penali”, riconducibili all’art. 1382 c.c.? In questi casi la penale assolve il ruolo di “rafforzamento” del vincolo contrattuale e dunque della garanzia di corretto adempimento delle obbligazioni assunte, ovvero quello di tutela del raggiungimento dell’interesse pubblico perseguito?

T.A.R Toscana, Firenze, Sezione I, maggio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulle convenzioni urbanistiche in generale ed in particolare sull'esperibilità di un’azione volta ad ottenere una pronuncia costitutiva ai sensi dell’art. 2932 cod. civ. per l'adempimento coattivo dell'obbligo di cessione di aree assunto dalla controparte privata in seno ad una convenzione di lottizzazione.

T.A.R Toscana, Firenze, Sezione I, maggio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla cosiddetta urbanistica concordata: l'individuazione di una specifica variante può prescindere dalla univoca deliberazione del Consiglio Comunale?

T.A.R. Lombardia, Milano, Sezione II, aprile 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

I debiti del lottizzante possono essere qualificati in termini di obligatio propter rem? L'obbligazione inerente alla realizzazione delle opere previste dalla convenzione urbanistica può essere posta esclusivamente in capo all’acquirente delle aree con liberazione dei precedenti proprietari che avevano sottoscritto la convenzione?

T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, aprile 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Incidentalmente, sulle convenzioni urbanistiche e la cessione gratuita del terreno.

Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2017

[A] Che natura ha la convenzione diretta all’esecuzione di un piano particolareggiato di iniziativa privata? [B] Sull’ammissibilità o meno dell’azione ex art. 2932 cod. civ. in relazione alla violazione di obblighi a contrarre previsti da convenzioni urbanistiche e accordi.

T.A.R. Calabria, Catanzaro, Sezione I, aprile 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche Varie

Le fattispecie in cui la convenzione di lottizzazione preveda obblighi di esecuzione e di cessione delle opere possono essere ricondotte alla figura tipica dell’appalto?

T.A.R. Lombardia, Milano, Sezione II, febbraio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura delle convenzioni urbanistiche: a queste ultime sono applicabili i  principi del codice civile in materia di obbligazioni e contratti? Il riequilibrio delle previsioni della convenzione accessoria, necessario al fine di assicurare il rispetto delle disposizioni normative sopravvenute, può avvenire sulla base di un intervento unilaterale e autoritativo dell’Amministrazione?

T.A.R. Campania, Napoli, Sezione II, gennaio 2017

Sulla piano particolareggiato e sulla distinzione tra le prescrizioni confomrative e quelle che vanno invece incluse nella nozione di attuazione.

T.A.R. Sardegna, Cagliari, Sezione II, gennaio 2017

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Può ritenersi immanente nell’ordinamento una generale ed atipica potestà del Comune di dare vita a forme non tipizzate di urbanistica contrattata?

T.A.R. Veneto, Venezia, Sezione I, gennaio 2016

Al mancato adempimento da parte del privato delle obbligazioni assunte con la convenzione di lottizzazione può essere soggetto al rimedio previsto dall’art. 2932 c.c.?

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, dicembre 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Precisazioni sulla convenzione urbanistica: il privato proponente un piano attuativo può assumere obblighi di fare e/o di dare ulteriori ed eccedenti rispetto a quelli discendenti dalla legge?

T.A.R. Lombardia, Milano, Sezione II, marzo 2016  

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Può il Comune incidere unilateralmente su singole previsioni della convenzione urbanistica?

T.A.R. Emilia Romagna, Parma, Sezione I, novembre 2016  

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni di lottizzazione possono essere modificate senza il coinvolgimento di tutti i firmatari originari?

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sezione I, dicembre 2016  

Sulle convenzioni urbanistiche: in assenza di un accordo con l’Amministrazione, il privato può vantare un diritto soggettivo all’ammissione allo scomputo dagli oneri di urbanizzazione?

T.A.R. Umbria, Perugia, Sezione I, ottobre 2016

Il limite temporale specificatamente stabilito dagli artt. 16, comma 5, e 17 della l. n. 1150/1942 per i piani particolareggiati è suscettibile di deroga per accordo tra le parti?

T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, ottobre 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Nelle zone di completamento devono ritenersi presenti per definizione tutte le infrastrutture di urbanizzazione primaria necessarie? Può ritenersi legittima una situazione in cui il valore delle opere di urbanizzazione necessarie per il completamento del lotto sia di gran lunga superiore a quello degli oneri di urbanizzazione e non possa, pertanto, essere coperto dal relativo scomputo?

T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, ottobre 2016

In quali casi i provvedimenti di adozione o approvazione di varianti di un piano regolatore richiedono una specifica motivazione? Tra queste ipotesi può rientrare anche la stipula di una convenzione di lottizzazione?

T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione III, ottobre 2016

[A] Il disposto dell’art. 31 della L. 1150 del 1942 è applicabile ai soli interventi ricadenti in zona di espansione ovvero anche in quelle di completamento? [B] Può considerarsi legittima la situazione in cui il valore delle opere di urbanizzazione necessarie per il completamento del lotto sia di gran lunga superiore a quello degli oneri di urbanizzazione?

T.A.R. Sardegna, Sez. II, settembre 2016

Sul diritto di accesso in tema di convenzione di lottizzazione

T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione I, settembre 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sul ricorso proposto in forma collettiva per la risoluzione per inadempimento contrattuale di una Convenzione urbanistica attuativa del piano particolareggiato

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, luglio 2016

Sull’art. 30, comma 3-bis, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69: che rilevanza assume, ai fini dell’applicazione della predetta norma, la distinzione tra termini della convenzione urbanistica scaduti e non ancora scaduti?

T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, luglio 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sull’ammissibilità del ricorso avverso il silenzio avente come presupposto una convenzione di urbanizzazione a cui il Comune si era auto vincolato, ma rimasta inosservata in primo luogo da parte della società lottizzante

T.A.R. Umbria, Sezione I, maggio 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La scadenza del termine non superiore ai dieci anni che la convenzione di lottizzazione deve assegnare per l'ultimazione dell'esecuzione delle opere di urbanizzazione fa venire meno la relativa obbligazione? La messa a disposizione del fondo, successivamente seguita dall’apposizione di recinzioni e barriere (volte ad impedire l’accesso) può configurare una rinuncia tacita ex art. 2937 c.c. alla prescrizione o comunque l’interruzione per effetto del riconoscimento dell’altrui diritto ex art. 2944 c.c.?

T.A.R. Umbria, Sezione I, maggio 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla ammissibilità, o meno, nel processo amministrativo dell'azione volta a conseguire una pronuncia costitutiva ai sensi dell'art. 2932 c.c. al fine di ottenere l'esecuzione di una convenzione di lottizzazione

T.A.R. Toscana, Sezione I, giugno 2016

[A] Sulla natura delle convenzioni urbanistiche e sulla compatibilità o meno di queste ultime con la responsabilità dell’ente ex art. 1218 cod. civ. [B] Sull'unitarietà della struttura e dell'attività gestionale delle residenze turistico-alberghiere: la Convenzione urbanistica che vieta “la gestione e/o cessione separata di parte delle aree del fabbricato” di una struttura turistico-ricettiva deve considerarsi nulla in parte qua?

T.A.R. Veneto, Sezione II, maggio 2016

È possibile qualificare come oggetto di un arricchimento senza causa dell’Amministrazione quelle opere di urbanizzazione previste da una convenzione urbanistica stipulata nell’ambito di una lottizzazione rispetto alla quale il sopravvenire di un vincolo idrogeologico abbia determinato “la difficoltà - o addirittura l'impossibilità - per l'operatore di trovare compratori per gli immobili da realizzare nell'ambito del piano attuativo?

T.A.R. Toscana, Sezione I, aprile 2016

Sulla giurisdizione relativa alla controversia avente ad oggetto l'esatta esecuzione di obblighi nascenti da convenzione urbanistica

T.A.R. Toscana, Sezione III, maggio 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla ammissibilità o meno del ricorso per Accertamento Tecnico Preventivo (ATP), e della consulenza tecnica preventiva a fini conciliativi, di cui agli artt. 696 e 696bis c.p.c. nell'ambito della giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo. [B] Sulla ammissibilità o meno degli strumenti di cui agli artt. 696 e 696bis c.p.c. al fine di valutare la consistenza ed il valore delle opere di urbanizzazione che non sono state realizzate dal lottizzante

T.A.R. Veneto, Sezione II, aprile 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sul riconoscimento del diritto di cui all’art. 2944 c.c. o della rinuncia alla prescrizione di cui all’art. 2937 c.c. nei confronti della P.A.: che rilevanza assume il fatto che l’impegno ad adempiere l’obbligazione di cedere gratuitamente all’amministrazione dei posti auto sia stato manifestato nell’ambito di un contratto al quale la medesima P.A. è rimasta estranea?

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, marzo 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni urbanistiche possono essere qualificate come accordi tra privati e amministrazione di cui all’articolo 11 della legge n. 241 del 1990? Il Comune può incidere unilateralmente sulle singole previsioni della convenzione urbanistica?

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2016

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] A quale giurisdizione è devoluta la cognizione dell’atto con cui l’amministrazione decide di escutere una polizza fideiussoria concessa a garanzia degli obblighi convenzionali, pattuita in sede di convenzione di lottizzazione? [B] Sull’interpretazione dell’art. 30, c. 3 bis, d.l. n. 69/2013: il riferimento alle convenzioni e agli accordi stipulati sino al 31 dicembre 2012 deve intendersi come comprensivo dei soli accordi sottoscritti entro tale data, ovvero, può essere esteso anche alle bozze di convenzione approvate dall’amministrazione comunale, ma non seguite dalla formale stipulazione tra le parti, ed ai testi convenzionali parimenti deliberati dall’organo consiliare, ma seguiti da convenzioni stipulate oltre il termine ultimo fissato dal legislatore?

Corte di Cassazione, Sezione I Civile, maggio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

L'atto d'obbligo che nasce dalla convenzione stipulata tra un Comune ed un privato costruttore con la quale questi (al fine di conseguire il rilascio di una concessione o di una licenza edilizia) si sia obbligato ad un facere o a determinati adempimenti nei confronti dell'ente pubblico, può essere sussunto nella previsione della L. Fall., art. 72, applicabile in linea generale ai soli ai rapporti di scambio?

T.A.R. Sardegna, Sezione II, settembre 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La posizione del Comune nei confronti dei terzi si traduce nel dovere di provvedere all’esercizio dei diritti e poteri derivanti dalla convenzione urbanistica finalizzati all’adempimento degli obblighi contrattuali, anche in via coattiva, ovvero all’esercizio delle garanzie fideiussorie previste e delle pretese risarcitorie per gli inadempimenti accertati

Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla fideiussione posta a garanzia dell’adempimento degli obblighi assunti con convenzione di lottizzazione

Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2015

Sul rapporto tra potere di pianificazione dell’ente locale e preesistente previsione di un piano di lottizzazione

Autorità Nazionale Anticorruzione, settembre 2015

Sulle possibili azioni a tutela delle imprese affidatarie della realizzazione delle opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione a seguito di procedura di gara espletata dal titolare del permesso di costruire, per il caso in cui non venga loro corrisposto il pagamento dei crediti maturati a seguito dell’esecuzione del contratto: considerazioni dell’ A.N.A.C.

T.A.R. Veneto, Sezione II, luglio 2015

Sulla mancata stipula della convenzione urbanistica del Piano Particolareggiato: le prescrizioni suggerite dalla Commissione VIA incidono sulla fase di programmazione dell'intervento urbanistico o sulla progettazione esecutiva delle singole opere? Quale è la sede naturale per il recepimento delle prescrizioni di valenza e rilevanza urbanistica stabilite nella VIA?

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, luglio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulle “opere di urbanizzazione” primaria e secondaria. [B] L'assunzione nell'ambito di una lottizzazione di obbligazioni ulteriori rispetto a quelle espressamente previste dalla legge, può, di per sé, essere automaticamente ricondotta a fenomeni estorsivi o comunque di costrizione?

T.A.R. Marche, Sezione I, luglio 2015

[A] Una volta scaduto un piano attuativo, gli effetti della convenzione accessoria cessano automaticamente? [B] Contratti di diritto pubblico o ad oggetto pubblico e ius variandi

T.A.R. Marche, Sezione I, luglio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sul principio per cui la P.A. non può, senza giustificato motivo, andare contra factum proprium, con particolare riferimento agli enti locali. [B] Sull’ammissibilità, o meno, degli accordi ex art. 11 nella c.d. urbanistica a monte

T.A.R. Toscana, Sezione I, giugno 2015

[A] In genere, sulle convenzioni urbanistiche. [B] Sulla praticabilità dei rimedi civilistici offerti dall’ordinamento anche per l’ipotesi di inadempimento (della parte pubblica o della parte privata) dell’accordo amministrativo: azione di risoluzione, di risarcimento del danno, di esatto adempimento e azione costitutiva ai sensi dell’art. 2932 c.c.

T.A.R. Toscana, Sezione III, giugno 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla natura parziaria o solidale degli impegni convenzionalmente assunti dai lottizzanti. [B] Sulla convenzione accessiva alla lottizzazione e sui reciproci obblighi dei lottizzanti e dell'amministrazione. [C] Sui negozi con i quali i lottizzanti hanno regolamentato tra loro o con terzi acquirenti e, in particolare, sul valore che gli stessi assumono nei rapporti con il Comune

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, maggio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sui principi applicabili in caso di inadempimento delle convenzioni urbanistiche

Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla richiesta di proroga ai termini di ultimazione stabiliti nella convenzione di lottizzazione

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, maggio 2015

Sugli oneri per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria laddove l’infrastruttura viaria richiesta al privato presenti costi molto superiori rispetto a quelli che sarebbero teoricamente dovuti a titolo di quota del contributo di costruzione commisurata agli oneri di urbanizzazione primaria, in relazione alle superfici edificatorie da realizzare

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, maggio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla giurisdizione in materia di convenzioni urbanistiche. [B] Sui criteri di interpretazione delle convenzioni urbanistiche

T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, aprile 2015

Può una convenzione di lottizzazione prevedere un termine inferiore a dieci anni per l’esecuzione delle opere di urbanizzazione?

T.A.R. Piemonte, Sezione II, febbraio 2015

[A] Per il rilascio dell’agibilità l’amministrazione non può opporre le difformità a norme edilizie ed urbanistiche che non si siano anche tradotte in una difformità dell’opera al progetto autorizzato, a meno che nel frattempo l’amministrazione non si sia indotta a sospendere e/o annullare il titolo edilizio già rilasciato. [B] Sul rifiuto del rilascio del certificato di agibilità, totale o parziale, quando risultino mancanti le opere di urbanizzazione primaria che un privato si sia assunto l’obbligo di realizzare direttamente a scomputo del contributo previsto dalla legge. [C] Sulla possibilità o meno di negare l’agibilità nel caso cui il privato abbia potuto accedere al pagamento rateizzato dei c.d oneri di urbanizzazione, omettendo poi di completare tale pagamento

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, febbraio 2015

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla legittimità o meno della convenzione urbanistica con la quale il privato assume oneri maggiori di quelli astrattamente previsti dalla legge

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2015

[A] Sulla giurisdizione relativa alla controversia avente a oggetto l'escussione, da parte di un Comune, della polizza fideiussoria concessa a garanzia degli impegni assunti nell'ambito di una convenzione urbanistica. [B] Sull’applicabilità alle convenzioni urbanistiche delle regole ermeneutiche fissate dagli articoli 1362 ss. del codice civile

Consiglio di Stato, Sezione V, ottobre 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura giuridica della convenzione di lottizzazione e dei contributi concessori

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, novembre 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura negoziale delle convenzioni di lottizzazione e sulla ripartizione dell'onere della prova riguardo all'adempimento delle relative obbligazioni

Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2014

Sul potere del Comune di sostituirsi, nella realizzazione delle opere di urbanizzazione, al soggetto obbligato in forza della convenzione accessiva ad una lottizzazione

T.R.G.A Trento, Sezione Unica, novembre 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La convenzione di lottizzazione implicante l’impegno di realizzare una serie di opere di urbanizzazione del territorio e di costituire su una parte di quelle aree una servitù di uso pubblico, dà luogo ad un'obbligazione propter rem

Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2014

Sulla giurisdizione relativa alla controversia avente ad oggetto la determinazione del corrispettivo dovuto dal privato per il trasferimento del diritto di proprietà e la cessione del diritto di superficie, nell'ambito di convenzione stipulata ai sensi della normativa che regola le espropriazioni e la successiva assegnazione delle aree da destinare ad edilizia economica e popolare

Consiglio di Stato, Sezione IV, novembre 2014

[A] Sulla giurisdizione delle controversie in materia di convezioni o atti d’obbligo stipulati fra il Comune e i privati destinatari di concessioni edilizie. [B] Sull’istituto del collaudo nell’ambito delle convenzioni di lottizzazione

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, maggio 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La stipula della convenzione urbanistica anche dopo l’approvazione formale del piano dell’intervento rappresenta un atto meramente discrezionale

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II bis, aprile 2014

Sul ricorso avverso il silenzio avanzato dal proprietario di una abitazione ubicata in una zona che si caratterizza da molti anni per la carenza di opere di urbanizzazione, non solo secondarie ma addirittura primarie che erano previste nel piano di lottizzazione rimasto inattuato per questa parte

Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2014

Riguardo agli oneri concessori e sulla pretesa responsabilità dell’amministrazione per non aver escusso la polizza fideiussoria

T.A.R. Molise, Sezione I, aprile 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità o meno da parte dell’amministrazione di recedere unilateralmente dalle convenzioni urbanistiche

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, aprile 2014

[A] La determinazione delle opere da considerare “a scomputo” nell’ambito di una convenzione urbanistica viene effettuata sulla base di una valutazione complessiva, concordata tra le parti, che non è infirmata dall’eventuale eccedenza del valore delle opere rispetto al quantum normativamente dovuto. [B] Sulla possibilità o meno che l’Ente locale richieda – e il lottizzante accetti di realizzare – opere di urbanizzazione ulteriori rispetto agli standard e non computate nel calcolo degli oneri di urbanizzazione dovuti, le quali, pur incrementando le dotazioni dell’area, non siano tuttavia destinate all’acquisizione in proprietà da parte dell’ente locale

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, aprile 2014

[A] Sulla possibilità o meno da parte dell’Amministrazione di esercitare i poteri di autotutela esecutoria per attuare d’ufficio quanto previsto dalla convenzione urbanistica. [B] La clausola della convenzione di lottizzazione che attribuisce al Comune la facoltà di realizzare in via diretta, ma a spese degli obbligati, le opere di urbanizzazione si pone come un rimedio concorrente con l’azione di adempimento, fermo restando che occorre richiedere l’autorizzazione del giudice per accedere alla proprietà del lottizzante. [C] Sulla possibilità o meno di impugnare dinanzi al giudice amministrativo il provvedimento di escussione della garanzia fideiussoria a corredo della convenzione urbanistica

T.A.R. Toscana, Sezione I, marzo 2014

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Non può essere negata alla parte pubblica di un accordo amministrativo l’esperibilità di un’azione volta ad ottenere una pronuncia costitutiva ai sensi dell’art. 2932 c.c. per l'adempimento coattivo dell'obbligo di cessione di aree assunto dalla controparte privata in seno ad una convenzione di lottizzazione

T.A.R. Marche, Sezione I, novembre 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La risoluzione unilaterale per inadempimento risulta del tutto compatibile sia con la natura dell’accordo di cui all’art. 11 della Legge n. 241/1990, al quale va ricondotta la convenzione che regola l’esecuzione del piano urbanistico attuativo

T.A.R. Toscana, Sezione III, ottobre 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla convenzione urbanistica e sull’obbligo o meno per il privato di eseguire puntualmente tutte le prestazioni ivi assunte anche laddove queste possano eccedere originariamente o successivamente gli oneri di urbanizzazione

T.A.R. Campania Napoli, Sezione I, ottobre 2013

Sulla giurisdizione competente a decidere riguardo all’escussione della polizza fideiussoria nei confronti di una compagnia assicurativa, laddove alla stessa sai stata ingiunzione ex art. 2 R.D. n. 639/1910, in conseguenza del mancato pagamento del saldo degli oneri di urbanizzazione ancora dovuti dal lottizzante

Consiglio di Stato, Sezione V, ottobre 2013

[A] Mentre l'atto conclusivo dei lavori della conferenza si concreta in un atto istruttorio endo-procedimentale "a contenuto consultivo", l'atto conclusivo del procedimento è il provvedimento finale (a rilevanza esterna) con cui l'Amministrazione decide a seguito di una valutazione complessiva. [B] Per gli accordi ex art. 11 della l. n. 241/1990 non esiste invece alcun riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e amministrativo, in quanto tutte le controversie in materia di formazione, conclusione ed esecuzione degli accordi in esame sono riservate alla giurisdizione esclusiva del Giudice amministrativo

Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La natura negoziale delle convenzioni urbanistiche implica che taluni contenuti possano essere imposti dall'amministrazione e in quanto accettati dal privato rivestono efficacia vincolante

Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Fermo l'inquadramento delle convenzioni urbanistiche nel genus degli accordi ex art. 11 della legge n. 241/1990, la loro natura negoziale implica che taluni contenuti possano essere imposti dall'amministrazione e in quanto accettati dal privato rivestono efficacia vincolante

T.A.R. Abruzzo l’Aquila, Sezione I, settembre 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Posta la validità della convenzione in anni 10 e l'efficacia della stessa per successivi ulteriori anni 10, la relativa prescrizione si consuma nei successivi ulteriori dieci anni. [B] La natura "reale" dell'obbligazione riguarda i soggetti che stipulano la convenzione di lottizzazione, quelli che richiedono la concessione, quelli che realizzano l'edificazione e poi i loro aventi causa

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, settembre 2013

L'intervenuta inefficacia di un pregresso vincolo urbanistico di destinazione a pubblico servizio di una determinata area prevista da un piano particolareggiato comporta la restituzione della stessa alla precedente destinazione urbanistica recata dal P.R.G.

Consiglio di Stato, Sezione IV, luglio 2013

[A] Sull’annullamento del titolo abilitativo come un effetto automatico e consequenziale alla risoluzione della convenzione. [B] Sulla volontà delle parti, espressa attraverso l’ apposita clausola convenzionale, volta a svincolare il termine dell’esecuzione delle opere di urbanizzazione rispetto a quello dell’intervento edilizio assentito, anticipandola in ragione della rispondenza ad un interesse dell’amministrazione pubblica

Consiglio di Stato, Sezione IV, giugno 2013

[A] Sull'accordo di programma quale ipotesi di urbanistica negoziata. [B] Sullo strumento dell’accordo di programma per la realizzazione di un'opera richiesta da soggetti privati, su aree di proprietà privata e per finalità private. [B] La allegazione dell’interesse tutelato (o del bene vita che si intende perseguire ovvero difendere) è connotato essenziale del ricorso di primo grado, in carenza del quale esso va dichiarato inammissibile. [C] La proroga di un atto può essere legittimamente disposta solo quando il termine di efficacia dello stesso non sia ancora scaduto

T.A.R. Piemonte, Sezione I, giugno 2013

Sul particolare caso delle opere di urbanizzazione eseguite direttamente dalla concessionaria in assenza di preventivo convenzionamento con il Comune ma utilizzate da quest’ultimo e dalla collettività

T.A.R. Sardegna, Sezione II, giugno 2013

[A] La trascrizione della convenzione costituisce lo strumento attraverso il quale viene attribuita efficacia reale agli impegni assunti dal lottizzante, che operano propter rem trasferendosi in capo ai successivi proprietari delle aree anche in assenza di uno specifico atto di accollo. [B] Sul momento dal quale decorre il termine decennale di efficacia del piano di lottizzazione

T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, giugno 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Il recesso unilaterale (di cui è in sostanza espressione il gravato provvedimento) rientra tra i poteri generali dell’Ente pubblico quando stipula - come accaduto nella fattispecie per cui è causa - un accordo “sostitutivo” (accordo di programma del 15.12.2000) ed un accordo “integrativo” (del contenuto discrezionale del provvedimento) con un privato ex art. 11 legge n. 241/1990

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, maggio 2013

[A] Ai sensi dell’art.12 del D.P.R. 380/2001 ed in vista del rilascio del permesso di costruire, è necessario che esistano – ovvero se ne preveda l’imminente realizzazione – almeno le opere di urbanizzazione primaria stimate in concreto necessarie. [B] La pronuncia di decadenza del permesso di costruire è espressione di un potere strettamente vincolato. [C] Sui casi in cui è ammessa la proroga alla scadenza del titolo edilizio. [D] Sui presupposti per determinare il carattere essenziale o meno di una variante alla concessione edilizia. [E] L’art. 9 T.U. si presenta come una disposizione “di chiusura” del sistema, operante solo nei casi in cui non sia stata esercitata la funzione amministrativa pianificatoria da parte del Comune che ne è titolare, e sempre che non vi siano diverse, più restrittive, discipline regionali

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, maggio 2013

[A] Sulle argomentazioni riguardo all’irragionevolezza del metodo pianificatorio seguito dal Comune che, nel ridisegnare integralmente un contesto urbanistico ormai consolidato, si propone di ottenere un mix di destinazioni, alcune principali e altre di complemento. [B] Sulla previsione di penali per il ritardo nella realizzazione delle opere di urbanizzazione indicate nel piano attuativo

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II, maggio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità per l’amministrazione di attivarsi presso il Giudice amministrativo, per conseguire, in sede di giurisdizione esclusiva, l’attuazione della Convenzione di lottizzazione risalente al 1960 e la conseguente cessione coattiva della aree, ai sensi dell’art. 2932 c.c.

T.A.R. Sardegna, Sezione II, aprile 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sull’obbligazione propter rem per l’adempimento degli obblighi previsti dalla convenzione urbanistica e sulla possibilità o meno che la stessa possa essere fatta valere nei confronti degli acquirenti le costruzioni o, come nel caso di specie, gli appartamenti realizzati dal lottizzante costruttore

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, febbraio 2013

[A] Una volta realizzate le opere di urbanizzazione, l'acquisizione delle opere medesime e delle relative aree da parte del Comune è obbligatoria ai sensi di legge. [B] Sulla possibilità o meno da parte del privato di usucapire le opere di urbanizzazione una volta realizzate

T.R.G.A. Bolzano, febbraio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla ricostruzione in ordine alla conversione del carico IVA alla stregua di un “costo” per l’urbanizzazione, di cui il Comune potrebbe legittimamente richiedere il rimborso ai proprietari dei singoli lotti dopo la cessione gratuita delle aree

T.A.R. Molise, Sezione I, febbraio 2013

Sulla convenzione di lottizzazione che demanda alla Giunta comunale il compito di approvare il progetto di opere di urbanizzazione primarie elaborato dalla ditta lottizzante

Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Ai sensi dell’art. 1341 del codice civile non può ravvisarsi la nozione di “contraente debole” in una impresa che liberamente stipula con l’amministrazione una convenzione di lottizzazione. [B] Sull’eccezione secondo la quale le clausole convenute nella convenzione urbanistica, in quanto aggiuntive rispetto agli oneri di urbanizzazione, riferiti ad opere e servizi menzionati dalla normativa, non sarebbero consentite, con conseguente nullità delle stesse

Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla convenzione urbanistica con la quale si subordina il rilascio dell’abitabilità all’effettiva destinazione a prima casa

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, gennaio 2013

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Il rimedio previsto dall’art. 2932 c.c. a fine di ottenere l’esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto, deve ritenersi applicabile non solo nelle ipotesi di contratto preliminare non seguito da quello definitivo, ma anche in qualsiasi altra ipotesi dalla quale sorga l’obbligazione di prestare il consenso per il trasferimento o la costituzione di un diritto

Consiglio di Stato, Sezione IV, gennaio 2013

[A] Sulla possibilità o meno per l’Amministrazione di rifiutare la stipula dopo l’approvazione di un piano di lottizzazione e del relativo schema di convenzione. [B] Sulla possibilità o meno che il positivo collaudo delle opere di urbanizzazione realizzate nell’area ricadente nel piano di lottizzazione determino ipso iure il trasferimento delle opere medesime al Comune

Consiglio di Stato, Sezione IV, dicembre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Una convenzione urbanistica, scaduta da dieci anni e rimasta inattuata, non può vincolare i successivi strumenti urbanistici generali, nemmeno sotto il profilo dell’esistenza di uno specifico onere di motivazione

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, dicembre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Accertata la sussistenza di un atto deliberativo di sostanziale pianificazione urbanistica, che ha identificato in maniera tecnicamente più corretta le particelle facenti parte della lottizzazione, sussiste l’obbligo per l’amministrazione comunale di procedere alla rettifica della convenzione urbanistica già stipulata

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, dicembre 2012

Sulla posizione del privato laddove il piano di lottizzazione sia stato approvato ma non sia stata ancora stipulata la convenzione urbanistica

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, dicembre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

L’atto d’obbligo unilaterale, pur essendo fonte di obbligazioni propter rem e quindi astrattamente idoneo a vincolare i successivi aventi causa del proprietario stipulante, resta tuttavia assoggettato alle regole sull'opponibilità dei negozi giuridici di diritto privato

T.A.R. Piemonte, Sezione I, novembre 2012

[A] Sulla natura delle convenzioni urbanistiche tra la tesi pubblicistica e quella privatistica. [B] Essendo la convenzione urbanistica priva dei requisiti di esecutorietà ex art. 21 ter della legge n. 241/90, per dare forzata attuazione alle obbligazioni patrimoniali assunte con la stessa è necessario un provvedimento giurisdizionale. [C] Sull’applicabilità alle aree P.I.P. del principio di pareggio dei costi di acquisizione

T.A.R. Abruzzo Pescara, Sezione I, novembre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La convenzione di urbanizzazione deve prevedere, qualora le opere di urbanizzazione vengano eseguite a cura e spese del concessionario, le modalità del controllo sulla loro esecuzione, nonché i criteri e le modalità per il loro trasferimento ai comuni od ai consorzi

T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, ottobre 2012

[A] Sulla giurisdizione competente e sulla qualificazione delle convenzioni urbanistiche. [B] Sulla deliberazione della giunta comunale con la quale è stato disposto di procedere, nei confronti di assegnatari di aree PEEP, al recupero di somme conseguenti ad una nuova determinazione dell’indennità di esproprio operata con sentenza dalla Corte di Appello all’esito del giudizio di opposizione alla stima in precedenza effettuata della commissione provinciale. [C] Sul recupero delle somme conseguenti l’espropriazione dagli assegnatari delle aree, laddove anziché di una procedura espropriativa, condotta secondo la scansione procedimentale imposta dalla legge, si sia trattato di un fatto illecito, sotto il profilo civilistico, quale l’occupazione acquisitiva. [D] Sull’ambito applicativo della responsabilità precontrattuale della P.A.

Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2012

[A] Sulla sussistenza o meno di una legittimazione a ricorrere di una società promissaria acquirente di immobili per far valere le proprie ragioni circa l’eventuale inidoneità dell’edificazione per la non conformità della costruzione, ovvero per la mancanza del formale certificato di abitabilità. [B] Sul certificato di agibilità e sulla necessità o meno che questo attesti non solo le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, ma anche l’integrale conformità delle opere realizzate al progetto approvato. [C] Sulla possibilità o meno di rilasciare il certificato di agibilità laddove il privato non abbia ancora realizzato le opere di urbanizzazione previste in convenzione

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, ottobre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla prescrizione del diritto del Comune a far valere l’obbligo nei confronti del privato di cessione gratuita dell’area da destinare a strada pubblica

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, ottobre 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] La previsione dell’onere di cessione della proprietà di un’area da destinare a standard, correlato al rilascio di un titolo edilizio, configura un accordo integrativo del procedimento riconducibile all’art. 11, l. n. 241/1990. [B] Sulla possibilità o meno che il privato possa assumere impegni patrimoniali a prescindere da un obbligo normativo o, comunque, più onerosi rispetto a quelli astrattamente previsti dalla legge

C.G.A.R.S., settembre 2012

Sulla sussistenza o meno di un affidamento qualificato del privato nel caso di un piano di lottizzazione approvato ma non ancora sfociato nella stipula della relativa convenzione

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, agosto 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Il Comune rimane libero di dare una diversa destinazione urbanistica alle aree acquisite in sede di convenzioni urbanistiche al fine della realizzazione di opere di urbanizzazione

Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, luglio 2012

[A] Sulla perdita di efficacia di un piano di zona per l’edilizia economica e popolare. [B] Sulla giurisdizione competente in ordine alla controversia concernente l’osservanza degli obblighi assunti dal privato nei confronti dell’ente locale, in connessione con l’assegnazione di aree comprese in un piano di zona, volti alla realizzazione di opere di urbanizzazione ed alla cessione gratuita all’ente delle aree stradali e dei servizi

Consiglio di Stato, Sezione IV, luglio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sull’orientamento secondo il quale l’impossibilità giuridica, alla stregua delle norme vigenti alla data del contratto, ad ottenere il rilascio dei provvedimenti amministrativi di autorizzazione necessari per l'utilizzazione del bene per l'uso convenuto o per la sua trasformazione secondo le esigenze dell'uso contrattualmente previsto, rende nullo il contratto per l'impossibilità dell'oggetto, a norma degli art. 1346 e 1418 c.c. [B] Sul comportamento contrattuale dell’amministrazione che, dinanzi ad un inadempimento grave dei lottizzanti, ha escusso le garanzie da questi prestate per l’esatto adempimento

T.A.R. Veneto, Sezione II, luglio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sebbene anche nell'ambito di rapporti inquadrabili tra gli accordi ex art. 11 della legge n. 241 del 1990 siano presenti interessi di matrice pubblicistica, questo non esclude che l'esecuzione di detti accordi sia sottoposta alle comuni regole civilistiche in tema di adempimento

Consiglio di Stato, Sezione IV, maggio 2012

[A] L’obbligo di specifica motivazione, in funzione limitativa del potere discrezionale di cui dispone la p.a. in sede di pianificazione urbanistica, sussiste solo a fronte di situazioni meritevoli di particolare tutela. [B] La potestà immanente di autotutela spettante alla pubblica amministrazione può risolversi nella rivalutazione di elementi pur non nuovi, in quanto in passato sussistenti, eppure non adeguatamente ponderati al momento dell’adozione delle determinazioni revocate. [C] Sulla domanda di liquidazione dell’indennizzo discendente dal ritiro della stipulata convenzione di lottizzazione

T.A.R. Sardegna, Sezione II, maggio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

L'obbligazione di provvedere alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, assunta dal lottizzante con la stipula della convenzione di lottizzazione edilizia è propter rem

T.A.R. Veneto, Sezione II, maggio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla convenzione di lottizzazione per la quale viene stabilito un termine ventennale anziché decennale

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Ter, aprile 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La tempestiva trascrizione della convenzione, rendendo opponibile l'atto nei confronti dei terzi che vantano un titolo di acquisto incompatibile e lo trascrivono con grado ulteriore, costituisce adempimento indispensabile per assicurare l'esecuzione dell'intervento a prescindere da eventuali vicende successorie nella proprietà dei terreni

Consiglio di Stato, Sezione IV, febbraio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla giurisdizione competente a decidere in materia di convenzioni urbanistiche

T.A.R. Veneto, Sezione II, gennaio 2012

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni urbanistiche hanno lo scopo di garantire che all’edificazione del territorio corrisponda, non solo l’approvvigionamento delle dotazioni minime di infrastrutture pubbliche, ma anche il suo equilibrato inserimento in rapporto al contesto di zona che, nell’insieme, garantiscano la normale qualità del vivere in un aggregato urbano discrezionalmente, e razionalmente, individuato dall’Autorità preposta alla gestione del territorio

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, gennaio 2012

Affinché si formi un affidamento del privato alla permanenza di una destinazione urbanistica è necessario che il piano di lottizzazione sia stato anche convenzionato e non solo approvato

T.A.R. Puglia Bari, Sezione III, gennaio 2012

Va affermata la giurisdizione del G.A. in ordine alla controversia inerente l’accertamento della perdurante efficacia di atto unilaterale traslativo della proprietà di aree preordinate alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, accessorio e funzionalmente collegato ad una convenzione di lottizzazione

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, ottobre 2011

Sulla domanda giudiziale proposta dall’Amministrazione ai sensi dell'art. 2932 Cod. civ. per ottenere l'adempimento dell'obbligo di cessione di aree assunto dal privato per il rilascio dell'autorizzazione a lottizzare

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, ottobre 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Ai fini della decorrenza del termine di prescrizione il privato ha dieci anni di tempo per l’esecuzione delle opere previste in convenzione, soltanto dalla scadenza della convenzione medesima è possibile verificare se le opere siano state o meno eseguite ed il Comune abbia titolo per richiedere la cessione delle aree

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, settembre 2011

Sulla giurisdizione competente a decidere sulla domanda con cui il Comune agisce per ottenere l’esecuzione dell’obbligo assunto dalla parte concessionaria di cedere a titolo gratuito le aree per opere di urbanizzazione o servizi di interesse generale e di verde pubblico

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, settembre 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Soltanto dalla scadenza della convenzione medesima è possibile verificare se le opere siano state o meno eseguite e se il Comune ha titolo per richiedere la cessione delle aree

T.A.R. Piemonte, Sezione I, luglio 2011

Argomenti trattati: Vendita Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla legittimità o meno dell’inserimento del piano delle dismissioni previsto dalla l. 133 del 2008 di un’area di proprietà pubblica destinata a “verde pubblico”. [B] Sulla possibilità o meno da parte del Comune di dare una diversa destinazione urbanistica alle aree acquisite in sede di convenzioni urbanistiche al fine della realizzazione di opere di urbanizzazione

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, luglio 2011

[A] Sulla giurisprudenza incline ad applicare al Piano di lottizzazione un termine massimo di durata, per esso non espressamente previsto, ricavato in via analogica da quello dettato dall’art. 16, comma 5, l. 1150 del 1942 per il piano particolareggiato. [B] Sulla mancanza di un orientamento giurisprudenziale univoco in ordine all’individuazione del dies a quo del termine di prescrizione degli obblighi convenzionali. [C] Sull’orientamento giurisprudenziale secondo il quale alle opere di urbanizzazione, il privato deve provvedere via via che nascono gli insediamenti abitativi e, comunque, prima della scadenza del termine di efficacia della convenzione

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, giugno 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sul termine di prescrizione delle obbligazioni derivanti dalla convenzione di lottizzazione

Corte di Cassazione, Sezione III Penale, maggio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La anticipazione dei lavori di costruzione degli edifici residenziali, rispetto alla compiuta realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria poste a carico dei lottizzanti, integra altresì inadempimento della convenzione di lottizzazione e può configurare il reato di lottizzazione abusiva

T.A.R. Valle D’Aosta, giugno 2011

[A] La legittimazione a impugnare una concessione edilizia deve essere riconosciuta al proprietario di un immobile sito nella zona interessata alla costruzione, o comunque a chi si trovi in una situazione di stabile collegamento con la zona stessa, la quale non postula necessariamente l'adiacenza fra gli immobili. [B] Le autorimesse realizzate anche parzialmente all’esterno del fabbricato non rientrando nell'ambito di operatività dell'art. 9 della legge n. 122 del 1989. [C] L’art. 9 della L. 24 marzo 1989, n. 122, non è applicabile nel caso di realizzazione di un garage che non è interrato e che al fine del suo interramento comunque richiede una operazione di "sistemazione del soprassuolo". [D] Sui casi in cui può prescindersi dell’approvazione del piano attuativo prescritto dallo strumento urbanistico. [E] Il piano attuativo e la convenzione urbanistica sono atti che “simul stabent, simul cadunt”. [F] In considerazione della insussistenza nella L.R. 11/1998 di una norma analoga a quella di cui all’art. 9 D.P.R. 380/01, ben può trovare applicazione quella giurisprudenza risalente circa la doverosità del rilascio della concessione edilizia in presenza di adeguate opere di urbanizzazione

T.A.R. Veneto, Sezione II, maggio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] All'interno delle convenzioni di urbanizzazione prevale il profilo della libera negoziazione. [B] Sulla convenzione urbanistica e sull’atto d’obbligo nella parte in cui prevedono che il rilascio del certificato di agibilità sia subordinato all’atto di vincolo a residenza permanente

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, maggio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] La convenzione di lottizzazione non può contenere clausole ostative al trasferimento delle opere in capo all'Ente locale. [B] Gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria connessi alle opere di urbanizzazione ricadono interamente sull'ente locale una volta acquisite al suo patrimonio

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione III, aprile 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] In tema di convenzioni urbanistiche, la difformità della convenzione rispetto allo schema approvato dal Consiglio Comunale non determina la parziale nullità della stessa. [B] Il rapporto amministrativo, in mancanza di tempestiva impugnativa, sia della convenzione, sia delle deliberazioni dell'amministrazione di approvazione dello schema di convenzione si stabilizza

Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sul principio di libera negoziazione all’interno delle convenzioni urbanistiche

T.A.R. Emilia Romagna Parma, Sezione I, aprile 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla convenzione sottoscritta tra amministrazione e privato con la quale la prima, ai sensi dell’art. 11 della legge 241 del 1990, ha ritenuto di cedere a titolo oneroso ad una società parte di una strada

T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, marzo 2011

Sulla possibilità o meno che la convenzione urbanistica vincoli anche i successivi aventi causa del proprietario stipulante

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, febbraio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche Demanio

Il vincolo di destinazione pubblica impresso ad un’area con l’atto di cessione gratuita accessivo ad una convenzione di lottizzazione fa solo entrare il bene nel patrimonio del comune, senza attribuirgli caratteri di bene destinato a pubblico servizio

T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, gennaio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sui casi in cui è consentito all’Amministrazione di variare unilateralmente i contenuti di una convenzione urbanistica

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, gennaio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Nelle convenzioni urbanistiche non vi è una misura stabilita per legge delle prestazioni che i privati devono assumere in cambio dello sfruttamento delle facoltà edificatorie

T.A.R. Puglia Lecce, Sezione III, gennaio 2011

Sui rapporti tra limitazioni imposte con convenzione di lottizzazione e le successive modifiche introdotte con lo strumento urbanistico generale

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, gennaio 2011

In giurisprudenza non vi è unanimità di vedute in ordine alla data di decorrenza del termine fissato in convenzione per l’esecuzione del piano

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, gennaio 2011

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura giuridica delle convenzioni urbanistiche

T.A.R. Calabria Reggio Calabria, Sezione I, dicembre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Il trasferimento della proprietà delle opere di urbanizzazione in capo al comune costituisce un'obbligazione ex lege - inderogabile e indisponibile per le parti della convenzione di lottizzazione. [B] Gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria connessi alle opere di urbanizzazione ricadono interamente sull'ente locale una volta acquisite al suo patrimonio per cessione da parte del lottizzante

T.A.R. Umbria, Sezione I, dicembre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Per l’efficacia della lottizzazione non è sufficiente che la convenzione sia stipulata, ma occorre altresì un adempimento ulteriore e cioè la trascrizione nei registri immobiliari. [B] Sul’obbligazione “propter rem" che insorge dall'assunzione, da parte del proprietario di un terreno oggetto di lottizzazione, degli oneri relativi all'esecuzione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria, all'atto della stipulazione della convenzione

T.A.R. Molise, Sezione I, dicembre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla legittimità o meno della clausola compromissoria contenuta in una convenzione urbanistica con la quale si demanda a un “collegio arbitrale” la determinazione di diritti e obblighi delle parti

T.A.R. Toscana, Sezione I, dicembre 2010

[A] Deve essere esclusa la legittimazione ad agire dei comitati istituiti in forma associativa temporanea. [B] Il venir meno dell’efficacia di un piano urbanistico gravato da ricorso determina la caducazione della convenzione urbanistica

T.A.R. Veneto, Sezione II, dicembre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Poiché il privato ha dieci anni di tempo per l'esecuzione delle opere previste in convenzione, solo dalla scadenza della convenzione medesima è possibile verificare se le opere siano state o meno eseguite

T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, novembre 2011

Sul piano esecutivo approvato senza il consenso di tutti i proprietari in conformità di norme regolamentari di rango comunale

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, novembre 2010

Sulla giurisprudenza amministrativa riguardo al titolo edilizio condizionato

T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione II, ottobre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni urbanistiche devono sempre considerarsi “rebus sic stanti bus

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione III, settembre 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni in materia urbanistica, lasciano sempre integra la potestà pubblicistica del Comune in materia di disciplina del territorio alla stregua di sopravvenute esigenze urbanistiche

T.A.R. Umbria, Sezione I, agosto 2010

Sul decorso il termine stabilito per la esecuzione del piano particolareggiato e sulle residue possibilità edificatorie

T.A.R. Umbria, Sezione I, agosto 2010

[A] Sul caso in cui i privati lottizzanti abbiano sfruttato le potenzialità edificatorie loro attribuite, ma siano rimasti inadempienti rispetto agli obblighi assunti con la convenzione di lottizzazione. [B] Sul valore del certificato destinazione urbanistica

Consiglio di Stato, Sezione V, luglio 2010

Sulla sussistenza o meno di un principio legittimante chi abbia stipulato una convenzione urbanistica con un comune a non corrispondere a quest’ultimo beni di valore complessivamente maggiore rispetto a quanto dovutogli per oneri di urbanizzazione

T.A.R. Puglia Lecce, Sezione II, luglio 2010

[A] Sulla sostanziale differenza tra i c.d. “comparti edificatori” previsti fin dal 1942, per finalità a loro proprie, ed i “comparti perequativi” di più recente origine e con diversa finalità. [B] Sui comparti disciplinati dall’art.15 della L.R. Puglia n. 6 del 1979

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, luglio 2010

[A] Normalmente la scelta di eseguire le opere di urbanizzazione a scomputo viene formalizzata attraverso la concessione edilizia, ma di per sé l’autorizzazione all’esecuzione diretta di opere di urbanizzazione a scomputo dei relativi oneri potrebbe intervenire anche successivamente non essendo necessario approvare nuovamente il piano di lottizzazione. [B] Una volta superato il termine di 10 anni dalla sottoscrizione della convenzione urbanistica l’edificazione è ugualmente ammissibile

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, Sezione I, luglio 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni urbanistiche in vigore debbono sempre considerarsi valide rebus sic stantibus

Autorità di Vigilanza. Comunicato del 27.07.2010

Comunicato dell'Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 21 luglio 2010. Trasmissione dei dati relativi a soggetti che eseguono opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione

T.A.R. Friuli Venezia Giulia, luglio 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sui rapporti tra la normativa urbanistica sopravvenuta e le convenzioni urbanistiche e sulla necessità di apposita motivazione delle varianti al Piano Regolatore

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, giugno 2010

[A] Sulla pianificazione urbanistica e sulla possibilità o meno di incrementare il minimo legale degli standard. [B] Sulla possibilità o meno di ritenere risoluta la convenzione urbanistica per eccessiva onerosità derivante dal fallimento della contraente

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, maggio 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità o meno di recedere unilateralmente dalla convenzione urbanistica già stipulata

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione I, giugno 2010

Sulla decadenza della convenzione urbanistica per il decorso del termine decennale, sulla novazione della stessa con proroga della relativa efficacia e sulle parti che devono essere invitate a sottoscrivere la nuova convenzione

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, giugno 2010

[A] La realizzazione di opere di urbanizzazione deve essere provata con gli atti di cessione di tali aree al Comune o con i provvedimenti comunali che hanno riconosciuto lo scomputo ed i successivi atti di collaudo delle medesime. [B] Non è legittimo sommare opere urbanizzative realizzate in tempi diversi e sotto pianificazioni diverse, soprattutto se realizzate da lungo tempo. [C] Ai sensi dell'art. 2 D.M. 2 aprile 1968 n. 1444, il territorio comunale è ripartito in zone omogenee e la verifica dei parametri previsti avviene sull'intera zona e non su porzioni di essa

T.A.R. Umbria, Sezione I, giugno 2010

Un volta decaduto il piano attuativo al termine del decennio occorre distinguere fra le opere di urbanizzazione che per loro natura condizionano l’edificabilità dell’intero comparto, e perciò sono necessarie anche se viene edificata solo una parte dei lotti, e quelle che sono pertinenti alla edificazione dei singoli lotti

Corte d’Appello di Firenze, Sezione I, maggio 2010

Sulla natura bivalente dei consorzi di urbanizzazione e sulle relative clausole statuarie

T.A.R. Sicilia Catania, Sezione III, maggio 2010

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Indipendentemente dalla possibile qualificazione privatistica, le convenzioni in materia urbanistica, lasciano sempre integra la potestà pubblicistica del Comune in materia di disciplina del territorio alla stregua di sopravvenute esigenze urbanistiche

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, aprile 2010

Il TAR riepiloga il quadro delle obbligazioni collegate alle edificazioni, sia per quanto riguarda i piani attuativi sia relativamente ai permessi di costruire singoli: a) contributo sul costo di costruzione; b) gli oneri di urbanizzazione primaria; c) gli oneri di urbanizzazione secondaria

T.A.R. Sardegna, Sezione II, aprile 2010

Sull’erronea inclusione nel piano di lottizzazione e nella convenzione urbanistica di aree di terzi che non hanno partecipato all’intervento urbanistico

T.A.R. Veneto, Sezione III, marzo 2010

Sulla clausola di una convenzione urbanistica con la quale il privato, nel realizzare il recupero dell’immobile, ha assunto l’obbligo di rinunciare all’apertura domenicale antimeridiana del supermercato

T.A.R. Emilia Romagna Parma, Sezione I, marzo 2010

[A] Sulla lesività o meno dell’approvazione del progetto preliminare di un’opera pubblica. [B] L’obbligo di gara per la realizzazione delle opere previsto nelle convenzioni urbanistiche sussiste non solo riguardo ai lavori ma anche per quanto attiene ai servizi di progettazione e direzione lavori. [C] L’obbligo di gara sussiste per tutte le opere destinate a confluire nel patrimonio pubblico

T.A.R. Toscana, Sezione I, marzo 2010

[A] Il procedimento volto all'approvazione di un piano urbanistico non può sorgere alcun legittimo affidamento in capo all'interessato. [B] L'atto unilaterale d’obbligo, affinché acquisti effetto di prescrizione urbanistica deve essere registrato da notaio e trascritto nei registri immobiliari

T.A.R. Umbria, Sezione I, marzo 2010

[A] Sulle convenzioni urbanistiche già stipulate e sulla loro validità rebus sic stantibus stante lo ius variandi e lo ius poenitendi dell’amministrazione. [B] Sulla possibilità o meno di concedere una proroga al piano attuativo in scadenza

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, gennaio 2010

[A] Il privato ha l’obbligo di eseguire tutte le prestazioni previste dalla convenzione urbanistica, a nulla rilevando che queste possano eccedere originariamente o successivamente gli oneri di urbanizzazione. [B] Gli oneri di urbanizzazione costituiscono un’obbligazione propter rem

T.A.R. Sardegna, Sezione II, gennaio 2010

Sulla scadenza del termine previsto nella convenzione di lottizzazione per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e sugli effetti sul piano di lottizzazione relativamente alle parti non urbanizzate

T.R.G.A. Trento, gennaio 2010

[A] Sull’introduzione della concessione edilizia convenzionata e del contestuale obbligo di cedere una parte del terreno per la realizzazione di un più esteso parcheggio pubblico. [B] Sull’avallo costituzionale del cosiddetto “metodo perequativo”

T.A.R. Sardegna, Sezione II, dicembre 2009

Non può eccepirsi la prescrizione decennale della convenzione di lottizzazione, qualora sia consentito al Comune di riservarsi di accettare le opere di urbanizzazione realizzate soltanto a seguito dell'esito favorevole del collaudo

T.A.R. Sardegna, Sezione II, dicembre 2009

[A] La giurisprudenza amministrativa riconduce alla trascrizione l’opponibilità ai terzi dei vincoli e degli oneri derivanti dalla lottizzazione. [B] Sull’obbligazione di realizzare le opere di urbanizzazione previste in convenzione e sulla sua opponibilità agli acquirente degli edifici realizzati dal costruttore

T.A.R. Molise, Sezione I, dicembre 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni di lottizzazione hanno natura di accordi sostitutivi di provvedimento, ai sensi dell’art. 11 della legge 7.8.1990 n. 241, di talché non possono essere modificate senza il coinvolgimento di tutti i loro originari firmatari

T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione II, novembre 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità o meno di rideterminare gli oneri di urbanizzazione stabiliti nella convenzione urbanistica già sottoscritta

Consiglio di Stato, Sezione V, novembre 2009

Sulla sussistenza o meno della competenza della Giunta comunale ad adottare un provvedimento di risoluzione della convenzione urbanistica

Corte dei Conti, Sezione Veneto, agosto 2009

[A] Sulla spettanza o meno al Comune degli eventuali ribassi d’asta che dovessero essere conseguiti nelle procedure di evidenza pubblica indette dal privato per l’affidamento delle opere di urbanizzazione a scomputo. [B] Il previgente obbligo di trasmissione degli atti all’organo requirente della Magistratura tutrice istituzionale delle finanze pubbliche avrebbe dovuto compensare i maggiori rischi conseguenti all’assenza di gara e contribuisce a mostrare quanto il Legislatore si sia dato cura della tutela delle finanze dell’ente locale. [C] Le ipotesi legislativamente determinate di esonero, riduzione o scomputo costituiscono casi eccezionali ed esclusivi in cui sono consentite decurtazioni del contributo per permesso di costruire

T.A.R. Veneto, Sezione III, settembre 2009

Sull’art. 6 della l. reg. Veneto n. 11 del 2004 “Accordi tra soggetti pubblici e privati” il quale prevede che i comuni, le province e la Regione possono concludere accordi con soggetti privati per assumere nella pianificazione proposte di progetti ed iniziative di rilevante interesse pubblico

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, settembre 2009

[A] La disciplina della lottizzazione diverge da quella dei normali piani particolareggiati, in quanto il termine decennale per l’esecuzione delle opere di urbanizzazione è posto anche a tutela dell’interesse pubblico all’infrastrutturazione del territorio. [B] La mancata trascrizione non impedisce l’opponibilità della convenzione urbanistica

T.A.R. Toscana, Sezione I, settembre 2009

[A] Sulla modifica di una convenzione urbanistica e sulla necessita o meno della manifestazione di volontà di tutti i soggetti che hanno concorso alla loro formazione, ivi compresi anche i privati che, pur non essendo proprietari dei lotti incisi dalla variante, hanno sottoscritto la relativa convenzione urbanistica. [B] Sull’art. 11 comma 5 della l. 241 del 1990 che permette all’amministrazione di chiedere al giudice la condanna della parte privata. [C] Sull’azione incardinata dall’Amministrazione per ottenere il risarcimento del danno conseguente all’inadempimento dei lottizzanti. [D] Sulla giurisprudenza che ricostruisce gli obblighi di urbanizzazione come obbligazioni propter rem

T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, settembre 2009

[A] Sulla legittimità o meno dell’atto in autotutela emesso dopo circa sette anni dal rilascio delle concessioni edilizie annullate. [B] Sullo strumento della c.d. “concessione edilizia convenzionata” e sui limiti a cui deve sottostare il suo utilizzo onde non incorrere nel reato di lottizzazione abusiva. [C] Sui limiti entro i quali nelle zone a destinazione produttiva possono essere realizzati spazi destinati a servizi, uffici amministrativi o commerciali, alloggi di custodia o di servizio. [D] Costituisce lottizzazione abusiva la modificazione di destinazione d'uso, senza permesso, delle unità immobiliari facenti parte di un "complesso alberghiero residenziale" e la vendita parcellizzata di alcune di esse

C.G.A.R.S., agosto 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla convenzione urbanistica con la quale il costruttore si è impegnato a realizzare parametri più avanzati

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, agosto 2009

Sul meccanismo della monetizzazione operante nelle ipotesi in cui il Comune non intenda rinunciare alla realizzazione e destinazione delle aree a standard

T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, luglio 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

In presenza dei presupposti legali la posizione del privato che aspiri al convenzionamento ai sensi dell’art. 16 della legge n. 10 del 1977 assume consistenza di diritto soggettivo

T.A.R. Veneto, Sezione II, giugno 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La convenzione urbanistica ha natura tipicamente negoziale, e non ha pertanto i requisiti di esecutorietà ex art. 21 ter l. 241 del 1990

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, maggio 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità che il rapporto tra titolare del permesso di costruire e Comune sia regolato in termini più onerosi rispetto a quelli astrattamente previsti dalla legge

Consiglio di Stato, Sezione IV, aprile 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla possibilità o meno da parte dell’Amministrazione di rivedere le proprie determinazioni pianificatorie sull'area, dopo aver approvato un piano di lottizzazione e prima della stipula della relativa convenzione

T.A.R. Puglia Bari, Sezione II, aprile 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sull’azione per l’adempimento di una convenzione di urbanizzazione nei confronti dei successivi aventi causa degli originari lottizzanti

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, aprile 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura delle “convenzioni urbanistiche” e sul giudice competente a decidere in merito al relativo contenzioso

Consiglio di Stato, Sezione IV, marzo 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla società che ben conoscendo il contenuto dispositivo della deliberazione consiliare riguardo agli oneri concessori, lo ha accettato all’atto della sottoscrizione della convenzione

T.A.R. Toscana, Sezione I, marzo 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulle convenzioni di lottizzazione di cui alla legge n. 765 del 1967 e sulla disciplina di cui all’art. 11 della legge 241 del 1990; [B] Sulla possibilità o meno di amministrare per accordi riguardo all’esercizio dei poteri di pianificazione e di programmazione. [C] Sulla corretta interpretazione dell’art. 11 della legge n. 241 del 1990 alla luce del successivo art. 13. [D] Sulla possibilità o meno di derogare alle previsioni di un piano regolatore generale mediante accordi tra il Comune ed il proprietario interessato. [E] Sulla distinzione tra gli accordi che decidono come debba essere l’assetto urbanistico di una certa area e gli accordi che disciplinano gli interventi per l’attuazione di tale assetto

T.A.R. Marche, Sezione I, marzo 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla possibilità o meno di impugnare la convenzione di lottizzazione per vizi di legittimità. [B] Sulla necessità o meno dell’approvazione specifica ex artt. 1341 e 1342 c.c. della clausola penale contenuta in una convenzione di lottizzazione

Consiglio di Stato, Sezione V, marzo 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La preesistenza di una convenzione di lottizzazione, se non esclude in assoluto il potere dell'autorità di modificare in senso contrario il piano regolatore, costituisce tuttavia un limite alla sua discrezionalità

T.A.R. Sardegna, Sezione II, gennaio 2009

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulle azioni che il comune deve intraprendere a fronte dell’inadempimento della convenzione di lottizzazione. [B] Sull’emanazione di un ordinanza sindacale contingibile ed urgente per porre rimedio al pericolo per la salute pubblica derivante dall’inadempimento della convenzione di lottizzazione da parte del lottizzante riguardo alla realizzazione delle urbanizzazioni primarie. [C] Sugli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione

T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, novembre 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sull’obbligo a carico del privato - ai sensi dell’art. 28 della l. 1150 del 1942 - riguardo alla cessione delle aree utilizzate per le opere di urbanizzazione e sull’inamissibilità di qualsiasi ipotesi di scorporo

T.A.R. Umbria, Sezione I, novembre 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La sottoscrizione di una convenzione di urbanizzazione non implica la rinuncia a modificare successivamente il progetto nella misura in cui il P.R.G. lo consenta

T.A.R. Toscana, Sezione III, luglio 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla legittimità o meno della convenzione che antepone l’autorizzazione delle opere di urbanizzazione primaria al rilascio del permesso di costruire per gli interventi edilizi contemplati nel piano di lottizzazione. [A] Sulle clausole vessatorie e sulla stipula dell’atto convenzionale nella forma pubblico-amministrativa

T.A.R. Veneto, Sezione II, luglio 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le clausole inserite in una convenzione urbanistica relative a impegni liberamente assunti non possono unilateralmente essere rimesse in discussione se non per determinati vizi

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, aprile 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Tutti i provvedimenti e le convenzioni adottati dai Comuni in materia urbanistica debbono sempre considerarsi rebus sic stanti bus

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, marzo 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla revoca unilaterale di una convenzione urbanistica

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione II, marzo 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Alle convenzione di lottizzazione viene riconosciuta natura di accordo sostitutivo ex art 11 L. 241/90. [B] La strada, quale opera di urbanizzazione primaria, è una infrastruttura potenzialmente compatibile con qualunque destinazione urbanistica. [C] L’approvazione di un piano di lottizzazione da parte dell’organo consiliare è necessaria quando detti atti comportano scelte urbanistiche di tipo discrezionale

T.A.R. Lombardia Brescia, marzo 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla legittimità o meno della convenzione urbanistica che prevede un aumento degli oneri concessori per la parte privata collegato ad una contropartita di facoltà edificatorie

Consiglio di Stato, Sezione IV, febbraio 2008

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

La giurisdizione del giudice amministrativo in materia di convenzioni di lottizzazione non si limita all'accertamento dell'inadempimento delle parti o all'esame delle rispettive istanze di adempimento ovvero di risoluzione ma si estende anche alla domanda di risarcimento dei danni

T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione I, giugno 2007

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] Sulla natura delle convenzioni di urbanizzazione. [B] Sulla richiesta di variante al piano attuativo approvato richiesta dal privato e sulla sussistenza o meno di un obbligo del Comune di accogliere tale istanza. [C] Sulla natura “propter rem” delle obbligazioni assunte con la convenzione urbanistica

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, aprile 2007

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla validità o meno di una convenzione per la progettazione di un’opera, che non sia in accordo con le disposizioni urbanistiche, stipulata con un professionista

Consiglio di Stato, Sezione V, aprile 2007

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla scelta della soluzione convenzionale assunta dall’Amministrazione e sulla necessità o meno che il relativo accordo sia stipulato assicurando la partecipazione di tutti i soggetti proprietari degli immobili coinvolti

T.A.R. Lazio Roma, Sezione II Bis, marzo 2007

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Le convenzioni urbanistiche hanno lo scopo di garantire che all’edificazione del territorio a fini residenziali corrisponda l’approvvigionamento delle dotazioni minime di infrastrutture pubbliche

T.A.R. Sardegna, Sezione II, novembre 2006

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla stipula di una convenzione urbanistica e sui poteri che residuano all’Amministrazione che intende incidere sulla posizione soggettiva del privato

T.A.R. Piemonte, Sezione I, settembre 2006

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Il carattere contrattuale della convenzione urbanistica definitivamente stipulata esclude il potere del Comune di modificarne unilateralmente il contenuto

T.A.R. Campania Salerno, Sezione I, aprile 2006

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulle convenzioni di lottizzazione ai della legge 1967 n. 765

Consiglio di Stato, Sezione V, marzo 2006

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla tutela dell’affidamento del privato derivante da una convenzione e sulla possibilità di consentire o meno la realizzazione di interi quartieri residenziali

Corte di Appello di Firenze, Sezione I, aprile 2005, n. 590

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla natura dei consorzi costituiti per la realizzazione delle opere di urbanizzazione previste nella convenzione edilizia stipulata con l’Amministrazione comunale

T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, febbraio 2005, n. 688

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sul trasferimento al Comune, ex art. 2932 c.c., delle aree oggetto di convenzione edilizia inattuata

T.A.R. Toscana, Sezione I, gennaio 2005, n. 153

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla giurisdizione competente a decidere in materia di convenzioni di lottizzazione

T.A.R. Calabria Catanzaro, Sezione I, dicembre 2004, n. 22351

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sui termini di efficacia delle convenzioni di lottizzazione e sulla riespansione dei poteri di pianificazione della P.A.

T.A.R. Calabria Catanzaro, dicembre 2004, n. 2305

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla sussistenza della giurisdizione amministrativa relativamente alle controversie inerenti le conenzioni di lottizzazione concluse tra P.A. e privato

Consiglio di Stato, Sezione IV, settembre 2004, n. 6182

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

[A] La presenza di un accordo di diritto privato tra l’Amministrazione ed il privato non vincola l’Amministrazione comunale sul piano del diritto pubblico, dovendo in questa sede essere valutati soltanto gli interessi che appartengono alla tutela dell’intera collettività comunale. [B] Qualora l’accordo non possa trovare esecuzione, per la prevalenza di interessi pubblici sopravvenuti, dovrà essere trovata una soluzione alternativa

T.A.R. Campania Napoli, Sezione II, settembre 2004, n. 11858

Argomenti trattati: Convenzioni urbanistiche

Sulla non derogabilità delle pattuizioni riportate nella convenzione edilizia anche per quanto attiene agli oneri di urbanizzazione


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it