ISSN 2498-9916 Urbanisticaitaliana.it [Online] - Direttore: Avv. Francesco Barchielli

ARGOMENTO: Locazione commerciale e comodato

T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, febbraio 2017

La conclusione - tra Comune e una società privata di telecomunicazioni - di un contratto di locazione avente ad oggetto un'area di proprietà comunale dà luogo ad una vicenda dai tratti puramente privatistici (rientrante nell'ambito dell'attività negoziale iure privatorum) ovvero ad un'ipotesi di esercizio di potere autoritativo?

Consiglio di Stato, Sezione IV, ottobre 2015

[A] Può il contratto di «comodato» essere giuridicamente posto in essere con riferimento ad un bene pubblico? [B] Può l’avvenuto pagamento dell’imposta sulla pubblicità da parte di una società rilevare come titolo per l’occupazione?

Consiglio di Stato, Sezione VI, agosto 2015

Sulla estraneità del proprietario rispetto agli abusi edilizi commessi dal locatario: mere dichiarazioni e affermazioni di dissociazione o manifestazioni di intenti possono risultare sufficienti a dimostrare l’estraneità del proprietario?

T.A.R. Campania, Salerno, Sezione I, aprile 2015

Sulla riferibilità dell’abuso edilizio al conduttore: condizione del proprietario inconsapevole ed impossibilità di provvedere all’acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell’area di sedime sulla quale insiste il bene

Consiglio di Stato, Sezione VI, maggio 2015

Sulla responsabilità per abuso edilizio del proprietario in pendenza di un contratto di locazione

T.A.R. Campania, Salerno, Sezione I, aprile 2015

[A] Sul soggetto cui è ascrivibile la responsabilità dell’abuso edilizio posto in essere su un immobile concesso in locazione. [B] Sulla possibilità o meno di dichiarare l’acquisizione gratuita dell’area su cui è stato realizzato un immobile abusivo nei confronti del proprietario rimasto del tutto estraneo al compimento dell’opera abusiva

T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Quater, maggio 2014

Sulla responsabilità o meno del proprietario locatore dell'immobile interessato da interventi abusivi realizzati dal conduttore

T.A.R. Toscana, Sezione I, novembre 2013

Quando si tratti di beni del patrimonio disponibile dello Stato o dei comuni, il cui godimento sia stato concesso a terzi dietro corrispettivo, al di là del nomen iuris che le parti contraenti abbiano dato al rapporto, viene a realizzarsi lo schema privatistico della locazione

T.A.R. Veneto, Sezione II, giugno 2011

Il conduttore non è legittimato ad ottenere la sanatoria di opere che abbiano modificato, "invito domino"

T.A.R. Lombardia Milano, Sezione IV, gennaio 2011

La sdemanializzazione di un bene appartenente allo Stato non trasforma automaticamente la concessione del bene medesimo in un rapporto d'affitto

T.R.G.A. Trento, dicembre 2010

Sulla legge 30.12.2004 n. 311, cosiddetta finanziaria per il 2005, la quale al comma 346 dell’art. 1 ha stabilito che “i contratti di locazione, o che comunque costituiscono diritti relativi di godimento, di unità immobiliari ovvero di loro porzioni, comunque stipulati, sono nulli se, ricorrendone i presupposti, non sono registrati

T.A.R. Basilicata, Sezione I, luglio 2010

Sul contratto di locazione che reca l’esplicita o implicita, ma inequivocabile, autorizzazione all’esecuzione di dati interventi di trasformazione del bene in funzione dell’uso per il quale lo stesso è stato concesso ad altri

Corte dei Conti, Sezione I Centrale, marzo 2009

Costituisce danno erariale l’aver sopportato con oneri a carico del comune non soltanto le spese necessarie alla manutenzione straordinaria dell’immobile concesso in locazione ma anche quelle ordinarie che gravano sul conduttore ai sensi della normativa vigente

Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, dicembre 2008

Sulla responsabilità per omicidio colposo del proprietario che abbia concesso l’immobile in locazione senza aver verificato la funzionalità dell’impianto del gas

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, dicembre 2008

Sui casi in cui il locatore è tenuto a garantire la destinazione particolare dell'immobile locato, tale da richiedere che l'immobile stesso sia dotato di precise caratteristiche e che ottenga specifiche licenze amministrative

Corte di Cassazione, Sezione III, ottobre 2008

Sulla nullità del contratto di locazione mediante il quale le parti intendono adibire l’immobile ad una destinazione in contrasto con lo strumento urbanistico

Corte d’Appello di Firenze, Sezione I, giugno 2008

Anche quando l’immobile condotto in locazione presenti vizi il conduttore non può comunque astenersi interamente da pagamento del canone locativo

Corte d’Appello di Firenze, Sezione I, maggio 2008

Sul soggetto tenuto a verificare – locatore o conduttore - che l’immobile locato abbia una destinazione conforme all’attività da esercitarvi e sulle eventuali clausole di salvaguardia da inserire nel contratto di locazione

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, maggio 2008

Sulla sussistenza o meno di una facoltà del conduttore di sospendere unilateralmente il pagamento del canone al locatore nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione del godimento del bene

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, febbraio 2008

Il locatore non è tenuto ad eseguire interventi o modifiche per adeguare l’immobile locato alle esigenze della specifica attività del conduttore

Corte di Cassazione, Sezione III, ottobre 2007

Sulla sussistenza o meno dell’obbligo a carico del conduttore di un immobile abusivo di pagare il canone di locazione

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, novembre 2007

L’eventuale inidoneità dell’immobile all’esercizio di un’attività di commerciale non ha alcuna rilevanza nel rapporto locativo

Corte d’Appello di Firenze, Sezione II, novembre 2006

Sull'inidoneità dell'immobile locato per l’esercizio di una determinata attività e sulla sussistenza o meno di un obbligo per il locatore di operare modificazioni o trasformazioni che non siano state poste a suo carico dal contratto

Agenzia delle Entrate. Decreto del Direttore n. 186637 del 2006

Il termine per la registrazione dei contratti di locazione di beni immobili, già assoggettati ad IVA, in corso alla data del 4 luglio 2006, è prorogato al 18 dicembre 2006.

Corte d’Appello di Firenze, Sezione Locazioni, settembre 2006

Sulla differenza tra il contratto di locazione di un immobile ad uso non abitativo e il contratto di affitto d’azienda

Agenziale delle Entrate. Direttore Generale n. 2006/135798

Versamento dell'Imposta di registro per i contratti di locazione in corso. Modalità e termini degli adempimenti e dei versamenti di cui all’articolo 35, comma 10–quinquies, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223

Corte d’Appello di Firenze, Sezione Locazioni, giugno 2005, n. 920

Non è onere del locatore ottenere le eventuali autorizzazioni amministrative necessarie per l’uso del bene locato

Corte di Appello di Firenze, Sezione II, gennaio 2005, n. 140

Sul contratto di locazione e sui diritti di prelazione, riscatto ed avviamento


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it