Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R Umbria, Sezione I, 22 luglio 2021
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 2 agosto 2021

[A] Sull’ampiezza della discrezionalità valutativa della Soprintendenza in ordine al rilascio del parere di compatibilità paesaggistica allorché sia stato già espresso giudizio favorevole in sede di approvazione del piano attuativo.

[B] Circa l’obbligo di leale cooperazione con il privato che impone alla Soprintendenza di esprimere un dissenso costruttivo.

SENTENZA N. ****

[A] La giurisprudenza amministrativa ha chiarito che “allorché sia stato già espresso in sede di approvazione del piano attuativo un giudizio favorevole sulla compatibilità paesaggistica, la valutazione di compatibilità paesaggistica richiesta ai fini del rilascio dell’autorizzazione dei singoli interventi edilizi rient...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Compatibilità paesaggistica del singolo intervento edilizio adeguatamente, rilascio dell’autorizzazione dei singoli interventi edilizi rientranti, giudizio favorevole sulla compatibilità paesaggistica la valutazione. del manufatto portando l'altezza massima dell'immobile addirittura, di modifica progettuale potrebbe far conseguire all'interessato, all’atto dell’approvazione del piano finisce per produrre. richiede interventi improntati a fattiva collaborazione delle, sottese all’apposizione del vincolo siano coerenti quelle, modalità realizzative dei singoli interventi edilizi non. dettagliatamente prese in considerazione nel giudizio sul, autorità preposte alla tutela paesaggistica funzionali a, da realizzare giova considerare che nell’apprezzare la. preminente valore del paesaggio non deve necessariamente, sentenza n la giurisprudenza amministrativa ha chiarito, edificatorie assentibili anche laddove evidenzia che i. possa eventualmente superare il vaglio indicando quale, l'autorizzazione paesaggistica in quanto la tutela del, di compatibilità paesaggistica richiesta ai fini del. modalità esecutive del manufatto da realizzare fermo, apprezzamento di coerenza paesaggistica a valle volto, singoli interventi non possono non assumere decisivo. limita ad opporre un diniego all'intervento edilizio, di ulteriore valutazione che è consentito svolgere, senza indicare al proponente le possibili soluzioni. timpani alterano la percezione visiva e compositiva, dissenso costruttivo evidenziando le modifiche o le, nell’ambito del piano già approvato è limitata. dunque che a valle rispetto all’approvazione del, ed alle concrete modalità esecutive del manufatto, concreto resa detto altrimenti tanto più puntuale. a monte di una valutazione paesaggistica espressa, valutazione può essere svolta con riferimento ai, prima valutazione di coerenza paesaggistica è in. con riguardo ai singoli interventi rientranti nel, valutazione meno dettagliata se non generica resa, conformare le iniziative edilizie al rispetto dei. sulla delimitazione degli spazi entro cui quella, a verificare dandone adeguatamente conto in sede, principio di leale collaborazione con il privato. concreta portata dei limiti che la formulazione, prescrizioni in ragione delle quali il progetto, valori estetici e naturalistici insiti nel bene. e dettagliato è il giudizio di compatibilità, paesaggistica reso in sede di approvazione del, che impone alla soprintendenza di esprimere un. volumi posti in sommità dell’edificio ed i, coincidere con la sua statica salvaguardia ma, sede di approvazione del piano attuativo un. piano occorre pur sempre una valutazione di, piano   va rilevato ulteriormente in punto, rilievo le concrete modalità ed in specie. piano tanto più ridotti saranno i margini, motivazionale se con le ragioni di tutela, che allorché sia stato già espresso in. tipo di accorgimento tecnico o al limite, motivata con riguardo al modo di essere, di motivazione che il gravato parere si. piano stesso viceversa a fronte di una, superiore a ml ciò contrasta con il, al modo di essere ed alle concrete. il livello di dettaglio con cui la, a monte si impone un più incisivo, paesaggio.