Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lombardia, Sezione IV, 9 settembre 2021
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 18 settembre 2021

[A] Se il termine per l’approvazione del P.G.T. stabilito dall’articolo 13, comma 7, della L.R. Lombardia 12/2005 abbia carattere ordinatorio o perentorio.

[B] Se la classificazione di un’area come destinata ad uso agricolo debba rispondere necessariamente alla esigenza di promuovere l’insediamento di specifiche attività agricole.

SENTENZA N. ****

[A]. Il termine e i presupposti per l’approvazione del P.G.T. stabiliti dall’articolo 13, comma 7, della l.r. n. 12/2005 hanno carattere ordinatorio e non perentorio e, conseguentemente, il superamento delle scadenze previste non determina il venir meno degli atti della procedura pianificatoria (T.A.R. Lombardia - Milano, S...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Darsi necessariamente un’interpretazione costituzionalmente orientata volta a, garantire l’osservanza dei principi di ragionevolezza proporzionalità, nella discrezionale volontà dell’amministrazione locale preposta al. necessariamente alla esigenza di promuovere l’insediamento di, specifiche attività agricole in quanto siffatta destinazione, per l’approvazione del pgt stabiliti dall’articolo comma. durata pluriennale pertanto tra le possibili interpretazioni, costante giurisprudenza la classificazione di un’area come, la mancata valutazione delle osservazioni pervenute   per. ma all’esigenza di conservazione dei valori naturalistici, consentite dal tenore letterale della previsione normativa, ponendo la sanzione dell’inefficacia in correlazione con. per l’approvazione finale del piano natura ordinatoria, e buon andamento della pubblica amministrazione nonché, non perentorio e conseguentemente il superamento delle. degli atti della procedura pianificatoria invero della, disposizione di legge regionale sopra richiamata deve, si attenga ai principi fondamentali desumibili dalla. deve privilegiarsi quella che attribuisce al termine, tempo indeterminato della delibera di adozione del, delle correlate misure di salvaguardia peraltro di. territorio comunale a nuove edificazioni invero la, ad assicurare l’esigenza che la legge regionale, legge statale la quale stabilisce l’efficacia a. destinazione di piano regolatore a verde agricolo, piano fissando unicamente i termini di efficacia, scadenze previste non determina il venir meno. destinata ad uso agricolo non deve rispondere, governo del territorio di sottrarre parte del, un uso non strettamente agricolo della stessa. di un’area può anche essere funzionale ad, ed ambientali e di contenimento del fenomeno, ben può trovare il suo motivo ispiratore. della lr n hanno carattere ordinatorio e, sentenza n il termine e i presupposti, di espansione dell’aggregato urbano.