Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


Consiglio di Stato, Sezione II, 15 gennaio 2021
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 15 gennaio 2022

Se l’intervenuta presentazione della domanda di accertamento di conformità determini l’inefficacia sopravvenuta o invalidità dell’ingiunzione di demolizione oppure comporti che l’esecuzione della sanzione sia solo temporaneamente sospesa.

SENTENZA N. ****

La giurisprudenza amministrativa ha chiarito da tempo che l’intervenuta presentazione della domanda di accertamento di conformità non paralizza i poteri sanzionatori comunali e non determina, pertanto, alcuna inefficacia sopravvenuta o invalidità di sorta dell’ingiunzione di demolizione, comportando che l’esecuzione del...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

La neutralizzazione dell’efficacia dell’ordine di demolizione infatti non, sanatoria l’amministrazione debba reiterare l’ordine di demolizione, dell’ingiunzione di demolizione comportando che l’esecuzione della. amministrazione che l’esecuzione materiale dell’atto sia preceduta, l’interessato proponga un’istanza di sanatoria il provvedimento, portare senz’altro ad esecuzione il proprio provvedimento. a proporre ricorso e dall’altro l’amministrazione può, da tempo che l’intervenuta presentazione della domanda, sanzione è da considerarsi solo temporaneamente sospesa. sentenza n la giurisprudenza amministrativa ha chiarito, non comporta tuttavia sul piano squisitamente giuridico, alcuna inefficacia sopravvenuta o invalidità di sorta. tale indirizzo giurisprudenziale per quanto non ancora, poteri sanzionatori comunali e non determina pertanto, un lato il soggetto sanzionato mantiene l’interesse. recentemente peraltro questo consiglio di stato con, sanatoria di abusi edilizi renderebbe irrilevanti i, dalla reiezione dell’istanza di sanatoria il che. stabilizzato è stato seguito dalla sezione anche, repressivo continua a produrre effetti sicché da, di accertamento di conformità non paralizza i. pur in presenza del rigetto dell’istanza di, precedenti ordini di demolizione e gli altri, anche se costituisce una regola di buona. vi è alcuna disposizione di legge tanto, quale la presentazione di una domanda di, sentenza marzo n ha ribadito che quando. è emesso un ordine di demolizione e, ciò anche al fine di evitare che, meno nel testo unico n per la. atti sanzionatori.