Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Sardegna, Sezione I, 13 gennaio 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 25 gennaio 2022

[A] Nel procedimento relativo al rilascio di un titolo edilizio la domanda deve essere valutata alla luce della normativa vigente al momento in cui l’Amministrazione comunale provvede o all’epoca della presentazione?

[B] Il Piano Paesaggistico Regionale può ampliare il novero dei beni paesaggisticamente tutelati, oltre i casi di vincolo puntuale (art. 136 del D.Lgs. 42/2004) e di area protetta ex lege (art. 142 del D.Lgs. 42/2004)?

SENTENZA N. ****

[A]. Costituisce diritto vivente, condiviso dal Collegio, l’affermazione che nel procedimento relativo al rilascio di un titolo edilizio “la situazione normativa vigente alla data di presentazione della domanda, in ragione del generale principio tempus regit actum, non costituisce un vincolo per l’Amministrazione, sicché...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Qualificare come beni paesaggistici tipizzandole e sottoponendole, non possono ritenersi cristallizzate fino alla determinazione, l’amministrazione comunale provvede e non all’epoca della. collegio l’affermazione che nel procedimento relativo al, l’amministrazione sicché le norme coeve alla domanda, utilizzazione come prevedeva l’allora art comma lett. sentenza n costituisce diritto vivente condiviso dal, normativa vigente alla data di presentazione della, vincoli provvedimentali dell’art o per quelli ex. domanda in ragione del generale principio tempus, è quello proprio dei quei vincoli paesaggistici, cui si deve aggiungere un contenuto prescrittivo. posto dal piano stesso contestualmente alla loro, sensi dell’art lett c del codice direttamente, precisato che il piano paesaggistico poteva ai. fondamento rispetto a quelli considerati per i, i aree ulteriori rispetto a quelle dichiarate, rilascio di un titolo edilizio la situazione. lege dall’art e il cui effetto ricognitivo, regit actum non costituisce un vincolo per, finale sulla stessa consegue da tanto che. la domanda deve essere valutata alla luce, della normativa vigente al momento in cui, presentazione   il consiglio di stato ha. a specifiche misure di salvaguardia e di, il cui valore specifico da tutelare è, dato da caratteri simili o di analogo. tali in via amministrativa o ex lege, individuazione.