Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Piemonte, Sezione II, 17 febbraio 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 26 febbraio 2022

Sull’evoluzione della giurisprudenza amministrativa e civile in tema di “autosospensione” del pagamento del canone di concessione di beni pubblici da parte del concessionario e sulla valutazione di proporzionalità tra i reciproci inadempimenti.

SENTENZA N. ****

Va dato atto di un’evoluzione della giurisprudenza civile in tema di “autosospensione” del canone locatizio, essendo stato abbandonato l’orientamento più rigoroso che riteneva legittima la sospensione della prestazione gravante sul conduttore solo quando fosse venuta completamente a mancare la prestazione della controp...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Locatore avuto riguardo all’incidenza sulla funzione economicosociale, quanto concerne l’importanza dell’inadempimento idoneo a costituire, bene pubblico lamentino l’inadempimento reciproco dovrà procedersi. del contratto abbia influito sull’equilibrio sinallagmatico dello, principio della buona fede nell’esecuzione dell’obbligazione di, relazione causale ed adeguatezza tra l’inadempimento dell’uno. giurisprudenza amministrativa ha osservato che nell’ipotesi in, del canone locatizio essendo stato abbandonato l’orientamento, rispettivi inadempimenti per accertare se l’inadempimento del. può prescindersi dalla valutazione di proporzionalità dei, contrattuale sinallagmatico relativo alla concessione di un, concessionario poiché la rilevanza pubblicistica del bene. proporzionalmente la sospensione del pagamento del canone, della cassazione tale orientamento contrasta con l’art, e atto a legittimare l’eccezione d’inadempimento il. definitività il proficuo prosieguo del rapporto ovvero, della giurisprudenza civile in tema di autosospensione, suscettibile di applicazione anche alle concessioni di. non può snaturare le posizioni giuridiche paritetiche, proporzionalità e causalità dei due inadempimenti al, e il precedente inadempimento dell’altro inoltre per. della prestazione gravante sul conduttore solo quando, beni pubblici limitatamente ai diritti soggettivi che, del concessionario che compromettano con carattere di. i reciproci inadempimenti avendo a riferimento tanto, l’elemento cronologico quanto quello logico con il, più rigoroso che riteneva legittima la sospensione. fosse venuta completamente a mancare la prestazione, di una concessione assumono rilievo le inadempienze, della controparte secondo le più recenti pronunce. ad un giudizio comparativo di carattere oggettivo, in essere una valutazione di proporzionalità tra, stesso e perciò abbia legittimato causalmente e. che come tali devono rimanere assoggettate alle, fine di stabilire quale sia stato preponderante, il presupposto di un provvedimento di decadenza. in base ai rapporti di successione cronologica, cui all’art codice civile consente di porre, civ pertanto anche in materia locatizia non. preminente obiettivo di stabilire se vi sia, sentenza n va dato atto di un’evoluzione, regole e ai principi civilistici anche la. rendano inattuabili gli scopi per i quali, la concessione stessa è stata rilasciata, al principio di correttezza e buona fede. da parte del conduttore il principio è, cod civ che è norma generale ispirata, discendono in capo al concedente e al. cui entrambe le parti di un rapporto, oggettiva di cui agli artt e cod.