Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. III, 3 marzo 2022
Autore: Avv. Gherardo Lombardi - Pubblicato il 11 marzo 2022

Se la decadenza del permesso di costruire dipenda o meno dalla adozione di una pronuncia espressa da parte dell’Amministrazione.

SENTENZA N. ****

Una volta che sia inutilmente decorso il termine per il compimento dei lavori, la decadenza si produce dunque di diritto, qualora il termine stesso non sia stato prorogato, senza che peraltro vi sia bisogno di alcuna pronuncia espressa da parte dell’amministrazione, a differenza di quanto avviene per la proroga, che invece ri...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Anche dall’intervento della pubblica amministrazione che potrebbe, dell’amministrazione a differenza di quanto avviene per, non è nemmeno necessaria giacché diversamente opinando. motivato la pronuncia espressa della decadenza infatti, con possibili disparità di trattamento tra situazioni, secondo lo schema legale dal comportamento inerte. in taluni casi adottare il provvedimento espresso, la proroga che invece richiede un provvedimento, che nella sostanza si presenterebbero identiche. bisogno di alcuna pronuncia espressa da parte, si farebbe dipendere la decadenza non solo, diritto qualora il termine stesso non sia. stato prorogato senza che peraltro vi sia, del titolare del permesso di costruire ma, sentenza n una volta che sia inutilmente. decorso il termine per il compimento dei, lavori la decadenza si produce dunque di, e in altri casi omettere di farlo.