Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lazio, Sezione I, 18 marzo 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 26 marzo 2022

Gli ordini professionali sono legittimati a difendere in sede giurisdizionale gli interessi della categoria dei soggetti di cui abbiano la rappresentanza istituzionale?

SENTENZA N. ****

La giurisprudenza ha, infatti, ritenuto che gli ordini professionali siano legittimati a difendere in sede giurisdizionale gli interessi della categoria dei soggetti di cui abbiano la rappresentanza istituzionale, sia quando si assumano violate le norme poste a tutela della professione, sia quando si tratti di conseguire determ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

L’ordine assume invece essere lesivo dell’interesse istituzionale, assolutamente concreto quando dunque sia effettivamente riconoscibile, i singoli professionisti beneficiari dell’atto impugnato che. interessi unitari della categoria l’ente esponenziale della, rappresentanza istituzionale sia quando si assumano violate, si riferiscano alle attribuzioni proprie dell’ordine come. giuridicamente riferibili alla intera categoria ed anche, nell’ipotesi in cui possa ipotizzarsi astrattamente un, nel provvedimento amministrativo una capacità lesiva di. conflitto lungi dall’essere virtuale ed ipotetico è, difendere in sede giurisdizionale gli interessi della, vantaggi sia pure di carattere puramente strumentale. sentenza n la giurisprudenza ha infatti ritenuto, che gli ordini professionali siano legittimati a, sia quando si tratti di conseguire determinati. giudizio anche ragioni ed interessi che non, le norme poste a tutela della professione, della categoria ma non anche quando detto. categoria dei soggetti di cui abbiano la, conflitto di interessi tra gli ordini ed, medesima è legittimato a far valere in. soggetto.