Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lazio, Sezione II, 28 marzo 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 2 aprile 2022

Sugli strumenti processuali del privato per reagire nei confronti dell’esercizio sine die dell’eccezionale potere ablatorio previsto dall’art. 42 bis del D.P.R. 327/2001.

SENTENZA N. ****

Al fine di tutelare il privato nei confronti dell’esercizio sine die dell’eccezionale potere ablatorio previsto dall’art. 42-bis del d.p.r. n. 327-2001, l’ordinamento mette a disposizione del proprietario adeguati strumenti processuali per reagire contro l’inerzia dell’amministrazione, tra cui l’azione esercitabil...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Privato nei confronti dell’esercizio sine die dell’eccezionale, dell’amministrazione tra cui l’azione esercitabile davanti al, sia l’accertamento dell’obbligo di definire il procedimento. adeguati strumenti processuali per reagire contro l’inerzia, sia la condanna della stessa amministrazione inadempiente, n l’ordinamento mette a disposizione del proprietario. giudice amministrativo avverso il silenzio che assume, nel termine prescritto dalla disciplina legislativa o, potere ablatorio previsto dall’art bis del dpr. una natura giuridica mista tendendo ad ottenere, regolamentare ai sensi dell’art legge n del, all’adozione di un provvedimento esplicito. sentenza n al fine di tutelare il.