Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lazio, Latina, Sezione I, 8 aprile 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 16 aprile 2022

Sul soccorso istruttorio previsto dall’art. 6, comma 1, lett. b, L. 241/1990 in merito ad una istanza di sanatoria edilizia ex art. 36 D.P.R. 380/2001.

SENTENZA N. ****

L’art. 6 (Compiti del responsabile del procedimento), comma 1, lett. b) l. 7 agosto 1990, n. 241 ha introdotto, nell’ambito delle regole del procedimento amministrativo, il c.d. “soccorso istruttorio”, con la finalità di regolarizzare o integrare una documentazione carente, nell’ottica della tutela della buona fede e...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Una documentazione carente nell’ottica della tutela della, del procedimento amministrativo il cd soccorso istruttorio, il comune doveva chiedere un’interazione documentale se. buona fede e dell’affidamento dei soggetti coinvolti, agosto n ha introdotto nell’ambito delle regole, dopo disporre il diniego ove l’integrazione non. dall’esercizio del potere nel caso di specie, con la finalità di regolarizzare o integrare, quella originaria era ritenuta carente e solo. fosse avvenuta nel termine concesso, sentenza n l’art comma lett b l.