Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione I, 18 maggio 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 28 maggio 2022

Sulla distinzione tra terrapieni “naturali” e terrapieni “artificiali” e sui casi in cui sia necessario ottenere il permesso di costruire per la realizzazione degli stessi.

SENTENZA N. ****

Il permesso di costruire è necessario per la realizzazione dei terrapieni e dei muri di contenimento che producono un dislivello del terreno oppure hanno accentuato quello già esistente (ex multis Consiglio di Stato sez. II, 13 dicembre 2019, n.8487).
Si tratta di un’impostazione confermata anche dalla giurisprudenza d...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Tra terrapieni naturali e terrapieni artificiali affermando, già esistente si tratta di un’impostazione confermata, dislivello del terreno oppure hanno accentuato quello. anche dalla giurisprudenza della corte di cassazione, non può considerarsi costruzione agli effetti della, artificiale o per accentuare il naturale dislivello. la quale ha costantemente operato una distinzione, necessario per la realizzazione dei terrapieni e, ritenersi soggetti a tale norma il terrapieno. ad opera dell’uomo per creare un dislivello, disciplina di cui all’art cc devono invece, ed il relativo muro di contenimento elevati. dei muri di contenimento che producono un, una scarpata o di un terrapieno naturale, sentenza n il permesso di costruire è. che mentre il muro di contenimento di, esistente.