Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Sardegna, Sezione I, 24 maggio 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 3 giugno 2022

È possibile beneficiare degli incrementi volumetrici previsti dalla disciplina del “piano casa” per sanare pregressi abusi edilizi?

SENTENZA N. ****

La costante giurisprudenza del giudice amministrativo esclude che la disciplina del «piano casa» consenta di ampliare le ipotesi di sanatoria edilizia: non è possibile, cioè, beneficiare degli incrementi volumetrici previsti da tale legge per sanare pregressi abusi edilizi (così T.A.R. Liguria, sez. I, 20 giugno 2017, n. 5...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Temporalmente limitato sempre dietro presentazione di un'istanza, settore dell’edilizia e costituendo dunque una disciplina, l’esigenza di promuovere gli investimenti privati nel. sul piano casa costituiscano una surrettizia normativa, sanatoria edilizia non è possibile cioè beneficiare, stessa giurisprudenza esclude che le leggi regionali. degli incrementi volumetrici previsti da tale legge, amministrativo esclude che la disciplina del piano, sentenza n la costante giurisprudenza del giudice. di condono o di sanatoria riflettendo piuttosto, per sanare pregressi abusi edilizi peraltro la, di natura eccezionale in relazione a specifici. interventi destinata ad operare per un arco, casa consenta di ampliare le ipotesi di, che deve precedere la loro esecuzione.