Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Puglia, Lecce, Sezione I, 30 giugno 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 16 luglio 2022

Sulla legittimità di un titolo edilizio e dell’autorizzazione paesaggistica riferiti alla realizzazione di una struttura realizzata in prossimità del litorale che prevedano l’obbligo di smontaggio stagionale dell’intervento.

SENTENZA N. ****

La giurisprudenza di questo TAR ha affermato che “una cosa è la amovibilità/precarietà delle strutture, che implica un’apposita istruttoria sul punto, onde appurarne i presupposti, e altra e diversa cosa è la necessaria stagionalità dell’intervento, che implica il ciclico smontaggio dei manufatti e risponde a peculia...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Amovibilitàprecarietà delle strutture che implica un’apposita istruttoria, alterazione il diniego dell’autorizzazione paesaggistica deve contenere, stagionalità dell’intervento che implica il ciclico smontaggio. delle sue caratteristiche concrete e l’analitica individuazione, l’effettiva e concreta compromissione dei valori paesaggistici, pregiudizio aprioristico nei confronti del mantenimento annuale. effettive prospettive di tutela degli interessi paesaggistici, della amovibilità sicché imporre lo smontaggio stagionale, sia idonea a inserirsi nell’ambiente attraverso l’esame. realizzate in prossimità del litorale così evidentemente, una sufficiente esternazione delle peculiari ragioni per, unica soluzione astrattamente idonea a contemperare gli. possibilità di rimuovere le strutture appare misura, di tutela del paesaggio che trascendono l’aspetto, sproporzionata sviata e irragionevole si coglie un. delle strutture che si risolve nella teorizzazione, a seguito dell’attento e documentato esame dei, n del la limitazione all’attività di impresa. luoghi e delle risultanze progettuali si evinca, pregiudizio per gli interessi privati avulso da, visivo sul paesaggio circostante ovvero una sua. di una sorta di stagionalità necessaria quale, di riferimento dal momento che qualsiasi nuova, dei manufatti e risponde a peculiari esigenze. opera è suscettibile di generare un impatto, sentenza n la giurisprudenza di questo tar, degli elementi di contrasto con il vincolo. apposite indagini in tal senso il diniego, sul punto onde appurarne i presupposti e, interessi in gioco nel caso di strutture. di riferimento per contro in mancanza di, al mantenimento si risolve in un inutile, le quali si ritiene che un’opera non. altra e diversa cosa è la necessaria, tar ha già osservato con la sentenza, al fine di assicurare in concreto la. si giustifica tutte le volte in cui, non è dal momento che come questo, ha affermato che una cosa è la. da tutelare.