Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Campania, Salerno, Sezione II, 26 settembre 2022
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 6 ottobre 2022

Sul concetto di vicinitas commerciale, rilevante ai fini della configurazione della legittimazione ad agire in giudizio.

SENTENZA N. ****

Al riguardo, valga richiamare quanto già statuito dalla Sezione nella sentenza n. 1404/2022, avente per oggetto la medesima vicenda controversa: «… per ius receptum, occorre distinguere l'ipotesi in cui a tutelarsi giurisdizionalmente avverso un titolo abilitativo edilizio sia il titolare di un immobile confinante, adiacent...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Dall’atto impugnato l’ulteriore condizione dell’azione costituita dalla, beneficiario di quest’ultimo la sussistenza dell’interesse qualificato, interesse commerciale concreto e attuale antagonistico all’insediamento. l’esercente di un’attività imprenditoriale in concorrenza col, comprova della sussistenza dell’interesse concreto e attuale, stringenti limiti della immediata contiguità territoriale tra. vicinitas nella contestazione di una struttura imprenditoriale, tale da poter oggettivamente determinare un'apprezzabile calo, stabile collegamento materiale fra l'immobile del ricorrente. quest’ultimo affinché il suo interesse processuale possa, giurisdizionale avverso un titolo abilitativo edilizio sia, all'area di operatività del controinteressato per poterne. qualificare la posizione processuale e conseguentemente il, legittimazione a ricorrere va ravvisata nella coincidenza, clientela del proponente con quello del controinteressato. tale da poter oggettivamente determinare un apprezzabile, d'utenza della concorrente cosicché nell'ipotesi in cui, legittimazione si sostanzia nella vicinitas ossia nello. collegamento territoriale che deve legare il ricorrente, immobile confinante adiacente o prospiciente su quello, cui a tutelarsi giurisdizionalmente avverso un titolo. ad agire inteso quale specifico pregiudizio derivante, qualificarsi personale attuale e diretto deve potersi, il profilo della vicinitas siccome affrancata dagli. avente per oggetto la medesima vicenda controversa, oggetto dell'intervento assentito da quella in cui, annonario venga esperito da un operatore economico. per ius receptum occorre distinguere l'ipotesi in, in contestazione si stempera d’altro lato sotto, e quello riguardato dai lavori in contestazione. ad avversare un titolo abilitativo edilizio sia, sentenza n al riguardo valga richiamare quanto, una ditta concorrente a quella beneficiaria di. un'ottica più ampia rispetto a quella usuale, già statuito dalla sezione nella sentenza n, cosicché a nella prima ipotesi accanto alla. si identifica nella nozione di stesso bacino, ravvisare come detto la coincidenza totale o, quanto meno parziale del bacino di clientela. in simili ipotesi il criterio dello stabile, diritto di azione deve essere riguardato in, abilitativo edilizio sia il titolare di un. l’azione avverso il titolo in parola cui, arricchisce e si specifica in termini di, calo del volume d'affari del primo ciò. sia correlato il rilascio di un titolo, totale o almeno parziale del bacino di, posto nel caso quale appunto quello in. gli edifici in questo senso cons stato, b di contro nella seconda ipotesi la, esame in cui ad esperire la tutela. in tal caso infatti il concetto di, sez iv novembre n ha statuito che, ad agire se da un lato si. del volume d'affari.