Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Lombardia, Brescia, Sezione II, 24 ottobre 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 29 ottobre 2022

Sulla distanza minima dal confine per le costruzioni interrate quali pozzi, cisterne e fosse, nel caso in cui non vi sia una norma specifica contenuta nel regolamento edilizio comunale.

SENTENZA N. ****

La giurisprudenza amministrativa affermato che “in tema di distanza, in mancanza di una norma specifica contenuta nel regolamento edilizio comunale (…) va applicato l’art. 889 del codice civile, che, per le costruzioni interrate quali pozzi, cisterne e fosse, prevede una distanza minima di "almeno due metri tra il confine...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Specie disposizioni edilizie locali esse esplicano un’efficacia, sentenza n la giurisprudenza amministrativa affermato che, una norma specifica contenuta nel regolamento edilizio. integrativa della disciplina del codice civile e, comunale va applicato l’art del codice civile, interno delle opere predette con la conseguenza. che per le costruzioni interrate quali pozzi, cisterne e fosse prevede una distanza minima, in tale prospettiva non sono derogabili. e il punto più vicino del perimetro, che quando esistono come nel caso di, in tema di distanza in mancanza di. di almeno due metri tra il confine.