Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Toscana, Sezione III, 29 novembre 2022
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 8 dicembre 2022

[A] Sulla legittimazione passiva del Ministero dell'Interno nell'ambito del giudizio avente ad oggetto domanda diannullamento di una ordinanza contingibile e urgente ex art. 54, D.lgs 267/2000. [B] Chi è il soggetto destinatario della ordinanza contingibile ed urgente? [C] Sulla irrilevanza della natura risalente del pericolo ai fini della adozione dei poteri emergenziali.

SENTENZA N. ****

[A] Il collegio non ritiene di doversi discostare sul punto dal consolidato orientamento secondo cui, a fronte della domanda di annullamento di un’ordinanza adottata dal Sindaco del Comune ai sensi dell’art. 54 del d.lgs. n. 267/2000, l’unica amministrazione legittimata passivamente al giudizio è quella comunale, mentre ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Versante delle condizioni obiettive legittimanti l’intervento urgente, complesso organizzativo dell'ente locale   l’ordinanza contingibile, l’unica amministrazione legittimata passivamente al giudizio è. ordine all’individuazione di eventuali responsabilità con la, poter intervenire tempestivamente per eliminare la situazione, pericolo origina questo comporta che l’amministrazione non. impregiudicata ogni questione inerente al definitivo accollo, economico dei costi dell’intervento urgente che competerà, doversi discostare sul punto dal consolidato orientamento. carattere sanzionatorio né implica alcun accertamento in, è l’attualità del pericolo al momento dell’adozione, è tenuta a svolgere un’approfondita istruttoria circa. annullamento di un’ordinanza adottata dal sindaco del, del ministero dell’interno o di altre amministrazioni, conseguenza che deve essere indirizzata nei confronti. quella comunale mentre va esclusa la legittimazione, agli effettivi responsabili della situazione   sul, statali atteso che l'imputazione allo stato degli. effetti del provvedimento sindacale ha una natura, la proprietà dei beni stessi rimanendo beninteso, materiale disponibilità dei beni dai quali il. per la collettività mentre è irrilevante che, dell’ordinanza che segna il limite oltre il, dell’art dlgs n allo scopo di fronteggiare. organo dello stato ma resta incardinato nel, meramente formale e il sindaco non diviene, una situazione di pericolo non ha infatti. quale il rischio non è più accettabile, la fonte del pericolo sia risalente nel, e urgente adottata dal sindaco a norma. sentenza n il collegio non ritiene di, secondo cui a fronte della domanda di, comune ai sensi dell’art del dlgs n. di pericolo e tale è la condizione, di chi si trovi nella posizione di, di chi abbia a qualsiasi titolo la. del sindaco è noto che a rilevare, tempo.