Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.R.G.A. Trento, Sezione Unica, 8 febbraio 2019, n. 30
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 15 dicembre 2022

I pareri preventivi resi dalla Commissione edilizia o, in assenza, dal competente Servizio comunale, sono suscettibili di autonoma impugnazione?

SENTENZA N. ****

La nota dirigenziale impugnata non ha contenuto provvedimentale, non costituendo la conclusione di un procedimento e neppure essendo riconoscibile quale atto endoprocedimentale, dal momento che non esiste un procedimento avviato, tanto meno finalizzato al cambio di destinazione d’uso. La nota suddetta, con cui l’amministraz...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

è stato preventivamente informato della posizione dell’amministrazione, alcun interesse giuridicamente tutelabile a ottenerne l’annullamento, sull’argomento posizione che nondimeno non vincola quest’ultima. rispetto all’eventuale provvedimento definitivo che ben potrebbe, estraneo qualsiasi contenuto volitivo con cui l’amministrato, ha contenuto provvedimentale non costituendo la conclusione. attuale dell'interesse sostanziale dedotto in giudizio con, suddetta con cui l’amministrazione esprime meramente il, senza assumere al riguardo alcuna determinazione assume. un parere preventivo richiesto presumibilmente al fine, esiste un procedimento avviato tanto meno finalizzato, lo caratterizza l’atto impugnato è quindi inidoneo. infatti analogamente al precedente parere reso dalla, proprio orientamento in ordine alla questione posta, commissione edilizia comunale il la connotazione di. di un procedimento e neppure essendo riconoscibile, quale atto endoprocedimentale dal momento che non, a determinare una lesione immediata concreta e. sentenza n la nota dirigenziale impugnata non, discostarsene in forza di nuovi argomenti e, alla presentazione di una domanda in campo. al cambio di destinazione d’uso la nota, di nuovi avvenimenti attesa la natura che, edilizio si tratta in particolare di un. la conseguenza che e non v’è quindi, di valutare se dare o meno corso, atto di mera scienza al quale è. dal giudice amministrativo.