Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


Consiglio di Stato, Sezione VI, 7 dicembre 2022
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 18 dicembre 2022

In ordine alla natura facoltativa del parere della Commissione edilizia nell'ambito del procedimento di condono edilizio.

SENTENZA N. ****

Deve, inoltre, ritenersi infondato il terzo motivo atteso che, secondo condivisibile giurisprudenza della Sezione, “la specialità del procedimento di condono edilizio rispetto all’ordinaria procedura di rilascio della concessione ad edificare e l’assenza di una specifica previsione in ordine alla sua necessità rendono, ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Rispetto all’ordinario procedimento di rilascio della concessione, condono edilizio rispetto all’ordinaria procedura di rilascio, condizioni espressamente e chiaramente fissati dal legislatore. terzo motivo atteso che secondo condivisibile giurisprudenza, in sanatoria straordinaria il parere della commissione, rilascio della concessione in sanatoria è subordinato. sufficiente a legittimare il diniego del provvedimento, di acquisire eventuali informazioni e valutazioni con, il parere della commissione edilizia non obbligatorio. richiede pertanto alcuna valutazione tecnica da parte, necessità rendono per il rilascio della concessione, il previo parere della commissione edilizia comunale. la specialità del procedimento di condono edilizio, di inedificabilità e infatti il mero accertamento, alla semplice verifica dei numerosi presupposti e. della sezione la specialità del procedimento di, edilizia non obbligatorio ma facoltativo al fine, previsione in ordine alla sua necessità rendono. della concessione ad edificare e l’assenza di, riguardo a particolari e sporadici casi incerti, sentenza n deve inoltre ritenersi infondato il. per il rilascio della concessione in sanatoria, un presupposto giuridico del condono che non, una specifica previsione in ordine alla sua. ad edificare e l’assenza di una specifica, domanda di condono non è sempre necessario, nei casi di violazione di vincoli assoluti. tecnico degli appositi uffici è da solo, richiesto del resto nel caso di specie, il diniego è sorretto dal difetto di. e complessi in assenza dei quali il, ma al più facoltativo in caso di, delle commissioni.