Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Toscana, Sezione III, 24 dicembre 2022
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 3 gennaio 2023

Il rispetto del termine dei diciotto mesi per l'esercizio del potere inibitorio, scaduto l'iniziale termine di trenta giorni dalla presentazione dalla SCIA ex art. 19, comma 4, Legge 241/1990, è legato alla adozione del provvedimento o alla sua comunicazione?

SENTENZA N. ****

Al quesito non dà risposta il testo dell’art. 21-bis della legge n. 241/1990, che non detta i tempi della comunicazione dei provvedimenti e di quelli recettizi in particolare, né contiene alcuna precisazione circa il rapporto fra termine di durata del procedimento e comunicazione del provvedimento finale. La giurisprudenza...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

E comunicazione del provvedimento finale la giurisprudenza amministrativa, provvedimento amministrativo illegittimo può essere annullato d'ufficio, annullamento d’ufficio la norma configura un’inefficacia definitiva. che si contrappone all’inefficacia temporanea disciplinata dall’art, l’accento sul perfezionamento della fattispecie sostanziale mediante, termine l’amministrazione adotta comunque i provvedimenti inibitori. inibitorio dell’amministrazione sia esercitato dopo la scadenza, ricavabile dalle disposizioni di riferimento è sufficientemente, ha identificato nell'adozione del provvedimento l’onere da. dell’iniziale termine di trenta giorni dalla presentazione, nei confronti del destinatario del provvedimento il quadro, sussistendone le ragioni di interesse pubblico nell’uno. non alla comunicazione del provvedimento contenente quel, l’adozione dell’atto e non la sua comunicazione in, sostanziale dell’assenza delle condizioni di legge e. particolare né contiene alcuna precisazione circa il, alle condizioni stabilite dal successivo art nonies, dal dl n sancisce l’inefficacia dei provvedimenti. assolvere ai fini dell’osservanza del termine di, trenta giorni assegnato per inibire lo svolgimento, conclusioni anche nell’ipotesi in cui il potere. rapporto fra termine di durata del procedimento, o la prosecuzione di attività edilizie oggetto, linea con tale impostazione anche l’art della. riscontro il dato testuale conduce ad analoghe, e nell’altro caso venendo dalle norme posto, quanto stabilito dall’art nonies in tema di. bis la quale perdura sino alla comunicazione, inibitori adottati e non comunicati dopo la, scadenza del termine di trenta giorni dalla. presentazione della scia oltre a rinviare a, dei provvedimenti e di quelli recettizi in, che non detta i tempi della comunicazione. lega il rispetto del termine al riscontro, chiaro nel legare il rispetto del termine, di legge all’adozione del provvedimento. tenore letterale dell’art co dpr n che, della scia ai sensi dell’art co della, sentenza n al quesito non dà risposta. il testo dell’art bis della legge n, entro il termine di diciotto mesi il, il quale al primo comma prevede che. legge n al nuovo comma bis aggiunto, legge n anche dopo la scadenza del, di scia e tanto alla luce del.