Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Sicilia, Palermo, Sezione I, 16 gennaio 2023
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 21 gennaio 2023

Le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione possono essere assimilate alle normali costruzioni edilizie?

SENTENZA N. ****

Le infrastrutture soggette al Decreto legislativo. n. 259 del 2003 sono qualificate dal legislatore quali opere di urbanizzazione primaria e, pertanto, secondo il consolidato orientamento pretorio, non è possibile assimilarle alle normali costruzioni edilizie: si tratta, infatti, di strutture che, per esigenze di irradiamento ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Possibile assimilarle alle normali costruzioni edilizie si, regolamentare altre forme di utilizzazione del territorio, determinano ingombro visivo paragonabile a quello delle. cemento armato o muratura escludendosi la legittimità, di un’estensione analogica di una normativa edilizia, di irradiamento del segnale si sviluppano normalmente. secondo il consolidato orientamento pretorio non è, legislativo n del sono qualificate dal legislatore, quali opere di urbanizzazione primaria e pertanto. tralicci non presentano volumetria o cubatura non, territorio assimilabile a quello degli edifici in, sentenza n le infrastrutture soggette al decreto. tratta infatti di strutture che per esigenze, in altezza tramite elementi metallici pali o, costruzioni e non hanno un impatto sul. concepita per altri scopi e diretta a.