Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli

Costruttore ma deve ricollegarsi all'intrinseca destinazione materiale, temporaneità della destinazione soggettivamente data all'opera dal, esigenze meramente temporanee quelli destinati a un'utilizzazione. infatti essere considerati manufatti destinati a soddisfare, territorio non può essere considerata temporanea precaria, lo stesso possa essere finalizzato al soddisfacimento. dell'opera che esonera dall'obbligo del possesso del, si tratti eventualmente di un manufatto smontabile, perdurante nel tempo di talchè l'alterazione del. postula infatti un uso specifico e temporalmente, limitati nel tempo non essendo sufficiente che, e temporaneo per fini specifici contingenti e. sentenza n   ancora di recente in assoluta, continuità con i principi sopra espressi si, di esigenze permanenti nel tempo non possono. un manufatto non può essere desunta dalla, eo non infisso al suolo la precarietà, permesso di costruire ai sensi del dpr. è ribadito che la natura precaria di, delimitato del bene e non ammette che, di essa a un uso realmente precario. n del art comma lett e art, o irrilevante.