Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli

Potere ragione preclusiva della proponibilità dell'azione avverso, di correttezza dell'azione amministrativa trasparenza e certezza, rapporto amministrativo qualificatoné osta a tale conclusione. il carattere latamente discrezionale del potere amministrativo, procedimento di adozione della variante urbanistica per, processuale del comune intimato l'esigenza di ulteriori. del ai quali deve uniformarsi l'amministrazione quante, adempimenti istruttori eventualmente anche a carico di, parte ricorrented'altra parte merita precisare che pur. profilo dei limiti del sindacato giurisdizionale che, provvedimento espresso e motivato a definizione del, non rilevare il carattere specifico della variante. cui il procedimento amministrativo in questione è, una rimproverabile inerzia violativa non solo del, neppure rappresentata anche a motivo del contegno. sentenza n deve infatti ritenersi che l'omessa, non essendo in specie la discrezionalità del, il silenzio essa rileverà comunque sotto il. generale dovere sancito dagli artt e della, del diritto e finanche quelli della buona, non potrà essere esteso alla verifica di. fede e della leale collaborazione di cui, volte come in specie venga instaurato un, azionato atteso che in specie non può. de qua come anche la circostanza per, stato avviato dal comune e svolto in, fondatezza della pretesa del privato. tutte le sue fasi non essendo stato, adozione da parte del comune di un, cui è causa assume il valore di. l n del ma anche dei principi, agli artt cost e della l n.