Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi


Regione Puglia. Legge Regionale 7 febbraio 2008 n. 1
Autore: francesco - Pubblicato il 9 marzo 2008
Misure per la salvaguardia e la valorizzazione degli alberghi e disposizioni relative alla disciplina e alla programmazione dell`offerta turistico-ricettiva negli strumenti urbanistici comunali - BUR n. 1 parte I del 13 febbraio 2008
Per tutte le strutture ricettive classificate come "alberghi" nonché per le loro pertinenze la cui attività sia cessata e per quelle in corso di realizzazione l'articolo 2 prescrive un vincolo di destinazione d'uso (ad albergo) con divieto di modifica.

A tal fine i Comuni, entro un anno, effettuano il censimento di tali strutture distinguendo quelle che, anche sulla scorta delle proposte avanzate dagli imprenditori alberghieri, necessitano di miglioramento o ampliamento. La mancata effettuazione del censimento abilita i soggetti interessati a richiedere l`intervento della Regione in via sostitutiva.

A seguito del censimento e in deroga al divieto di cui sopra i Comuni possono chiedere il non assoggettamento a vincolo delle strutture che risultano talmente inadeguate da non consentire in nessun modo la prosecuzione delle attività ricettive. Contestualmente a tale individuazione i Comuni dovranno individuare altresi` le trasformazioni d`uso ivi consentite.

L'art 4 contiene la disciplina della programmazione dell`offerta turistico-ricettiva all'interno dei PUC. Esso prevede che i Comuni. nell'adozione dei progetti preliminari di PUC sono tenuti a: individuare, sulla base di una preventiva analisi della dotazione esistente, la capacità turistico-ricettiva futura e dettare la relativa disciplina urbanistico-edilizia e paesistico-ambientale, riferita con riferimento agli interventi sia di nuova realizzazione, sia di miglioramento e ampliamento delle strutture già esistenti.

www.ance.it

Non è stato ancora postato nessun commento