Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Avv. Gherardo Lombardi


Regione Toscana. Antenne di telefonia e nuove disposizioni della Super 5
Autore: francesco - Pubblicato il 3 gennaio 2005
Disposizioni in materia di impianti pubblici o di pubblico interesse destinati alle telecomunicazioni

Articolo 38 - Realizzazione di impianti pubblici e di pubblico interesse
1. Fermo restando quanto disposto all’articolo 8, la realizzazione di impianti pubblici o di pubblico interesse destinati alle telecomunicazioni, al trasporto energetico e dell’acqua è consentita solo nel rispetto delle previsioni contenute negli strumenti di pianificazione territoriale e negli atti di governo del territorio dei comuni.

_____________

Articolo 8 - Partecipazione agli atti di competenza statale
1. La Regione partecipa alla definizione e all’attuazione dei piani e programmi di competenza statale, con particolare riferimento alla stipulazione degli accordi e delle intese interistituzionali. Essa garantisce, nelle sedi relative, il rispetto dei principi di cui al capo I, nonché la coerenza degli atti statali con gli strumenti della pianificazione territoriale e con gli altri atti di governo del territorio adottati e approvati dai soggetti competenti in attuazione della presente legge.
2. Ai fini di cui al comma 1, la Regione partecipa alle intese specificamente previste dall’articolo 1, comma 1, della legge 21 dicembre 2001 n. 443 (Delega al Governo in materia di infrastrutture ed insediamenti produttivi strategici ed altri interventi per il rilancio delle attività produttive) e dall’articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 20 agosto 2002 n. 190 (Attuazione della L. 21 dicembre 2001, n. 443, per la realizzazione delle infrastrutture e degli insediamenti produttivi strategici e di interesse nazionale) per l’individuazione delle infrastrutture, opere e insediamenti ivi previsti, secondo quanto espressamente disposto dalle medesime norme statali. Contribuisce inoltre alla localizzazione, nel territorio regionale, delle stesse opere, infrastrutture ed insediamenti, in attuazione dei criteri strategici concordati con lo Stato e con gli ulteriori soggetti eventualmente partecipanti all’intesa, relativamente alle caratteristiche tipologiche, economico-finanziarie e qualitative delle opere di cui si tratti.
3. Nell’ambito delle procedure di cui al presente articolo, la Regione assicura altresì la partecipazione degli enti locali interessati, ed il coinvolgimento degli stessi, nel processo di formazione delle decisioni di propria competenza, richiedendone in ogni caso il relativo parere, e conformandosi ad esso nei casi di esclusiva rilevanza locale.


Articolo tratto da http://suap.provincia.fi.it a cura del Dott. Simone Chiarelli

Non è stato ancora postato nessun commento