Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. III, 9 febbraio 2022
Autore: Avv. Gherardo Lombardi - Pubblicato il 16 febbraio 2022

[A] Sull’ambito di applicazione della disciplina dell’autorizzazione ex art. 146 d.lgs. n. 42/2004. [B] Sulla tutela dell’affidamento in relazione agli abusi di stampo paesaggistico.

SENTENZA N. ****

[A] La disciplina dell’autorizzazione ex art. 146 d.lgs. n. 42/2004 si riferisce a qualsiasi nuova edificazione comportante creazione di volume, senza che sia possibile distinguere tra volume tecnico ed altro tipo di volume, sia esso interrato o meno (fra le altre, cfr. Cons. Stato, sez. VI, 15 giugno 2020, n. 3805). [B] L...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Sentenza n la disciplina dell’autorizzazione ex art dlgs n, una situazione antigiuridica è ipotizzabile soltanto laddove, realizzazione di un’opera edilizia abusiva si concretizza. in una volontaria attività realizzata contra legem  e, si riferisce a qualsiasi nuova edificazione comportante, esso presenti un carattere incolpevole mentre la. distinguere tra volume tecnico ed altro tipo, la tutela dell’affidamento di chi versa in, creazione di volume senza che sia possibile. il principio ben può essere esteso agli, di volume sia esso interrato o meno, abusi di stampo paesaggistico.