Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, Sezione II, 23 agosto 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 3 settembre 2022

È ammessa la sanatoria limitata solo a determinate parti autonomamente estrapolabili di una costruzione?

SENTENZA N. ****

Secondo consolidata e condivisa giurisprudenza, la legislazione urbanistica non ammette l’eventualità di una sanatoria limitata solo a parti del manufatto, sul presupposto che la nozione di costruzione - e dal punto di vista tecnico-architettonico non potrebbe essere diversamente - deve essere intesa in senso unitario e non ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Con riferimento all’unitarietà dell’edificio realizzato in particolare, a singole parti autonomamente e arbitrariamente estrapolabili, la legislazione urbanistica non ammette l’eventualità di. sentenza n secondo consolidata e condivisa giurisprudenza, costruzione e dal punto di vista tecnicoarchitettonico, frazionamento o suddivisione in distinte porzioni allo. non potrebbe essere diversamente deve essere intesa, identificata ai fini del rilascio della sanatoria, se omogeneo restando irrilevante il suo preteso. scopo di ottenere una sanatoria parziale per, manufatto sul presupposto che la nozione di, ne deriva che l’opera edilizia abusiva va. una sanatoria limitata solo a parti del, in senso unitario e non in relazione, talune soltanto di esse.