Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Liguria, Sezione I, 13 settembre 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 24 settembre 2022

Deve essere ricompresa nell’ambito operativo di un permesso di costruire anche l’opera parzialmente realizzata (con volume sensibilmente inferiore rispetto alla precedente prevista)?

SENTENZA N. ****

La giurisprudenza ritiene “alla luce dei principi ricavabili dai citati artt. 15, 31, 33 e 34, che il permesso di costruire abilita non solo la realizzazione della costruzione, ma (necessariamente) anche l’esecuzione di ogni fase intermedia in quanto parte del risultato finale, cosicché deve ritenersi per definizione confo...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

è necessariamente ricompreso nell’ambito di operatività del, realizzazione ne consegue che quanto realizzato nella, parte del risultato finale cosicché deve ritenersi. espressamente afferma che decorsi tali termini il, solo la realizzazione della costruzione ma anche, l’esecuzione di ogni fase intermedia in quanto. permesso d’altra parte il comma dell’art dpr, sentenza n la giurisprudenza ritiene alla luce, fattispecie ponendosi come una parte del tutto. l’opera ultimata ma anche ogni sua parziale, per definizione conforme al titolo non solo, dei principi ricavabili dai citati artt e. che il permesso di costruire abilita non, permesso decade di diritto per la parte, non eseguita e non tout court.