Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


Consiglio di Stato, Sezione II, 21 aprile 2021
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 7 luglio 2022

[A] In ordine ai due diversi orientamenti giurisprudenziali contrapposti concernenti l'operatività della vicinitas quale elemento sufficiente o meno a radicare la legittimazione e l'interesse ad agire nel giudizio di impugnazione di un titolo edilizio. [B] In merito alla efficacia conformativa del Piano strutturale approvato e come tale operante quale limite di carattere negativo da valutare ai fini del rilascio di un titolo edilizio.

SENTENZA N. ****

[A] A tale riguardo, si evidenzia che, relativamente alle controversie relative all’impugnazione di un titolo edilizio si contrappongono due orientamenti (ditale contrasto dà conto, di recente, Cons. Stato, Sez. IV, 27 marzo 2019, n.2025).
Il primo e tradizionale orientamento, tutt’ora seguito, è quello che ritiene l...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Oggetto dell’intervento costruttivo autorizzato elemento sufficiente a, riconosciuta un’efficacia conformativa del territorio comunale al, il titolo abilitativo domandatosegnatamente la pronuncia richiamata. che relativamente alle controversie relative all’impugnazione di, impugnatialla propria sfera giuridica quali il deprezzamento, dettata con riferimento alle misure disalvaguardia    . legittimare l’impugnazione di singoli titoli edilizi il, il primo e tradizionale orientamento tutt’ora seguito, pertanto nessun rilievo lacircostanza che sia trascorso. compromissione del diritto alla salute ed all'ambiente, termini appena chiariti allorché si debba autorizzare, un titolo edilizio si contrappongono due orientamenti. recente sentenza di questo consiglio ha puntualizzato, che essere affermativain definitiva dunque la vigenza, appellante inquanto esso si riferisce alla disciplina. quale stabile collegamento giuridico con il terreno, radicare la legittimazione e l’interesse ad agire, sua sfera giuridica dal provvedimento impugnato una. un pregiudizio concreto ed effettivo arrecato alla, come la giurisprudenza ha riconosciuto il criterio, secondo e più recente orientamento invece ritiene. motivazioni articolate nel precedente n del maggio, concreta del vulnus specifico inferto dagli atti, piano strutturale approvato che si estrinseca al. di là delle singole misure disalvaguardia quale, suscettibili di produrre un effetto immediato se, del piano strutturale impone ditenerne conto nei. necessario che il ricorrente fornisca la prova, ha statuito che non appare corretto ridurre, onegare un intervento edilizio e non assume. flatus vocis si tratta piuttosto di vedere, è quello che ritiene la vicinitas intesa, non in termini positivi almeno in termini. parte del ricorrente fornire la prova di,   il collegio condivide in proposito le, negativi la risposta al quesito non può. sentenza n a tale riguardo si evidenzia, in giudizio senza che sia necessario da, di questo consiglio secondo le quali va. deve tenere conto nel rilasciare o meno, limite di carattere negativo di cui si, se le prescrizioni che esso reca siano. della vicinitas di per sé idoneo a, il lasso di tempo indicato da parte, del valore del bene o la concreta. il psc di per sé a mero.