Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Umbria, Sezione I, 9 settembre 2022
Autore: Avv. Federico Faldi - Pubblicato il 17 settembre 2022

[A] È possibile che ad agire per la ripetizione degli oneri di urbanizzazione sia un soggetto diverso dal titolare del permesso di costruire che li aveva versati? [B] Il diritto di credito del titolare di una concessione edilizia non utilizzata, di ottenere la restituzione di quanto corrisposto per oneri di urbanizzazione, decorre dalla data del rilascio dell’atto di assenso edificatorio?

SENTENZA N. ****

[A] Una volta che il titolare cede solo il bene oggetto del permesso di costruire (ad esempio l’area edificabile) e con essa il relativo ius aedificandi (che pertiene al suolo), la mancata realizzazione dell’opera (totale o parziale) comporterà il diritto alla ripetizione solamente in capo a colui il quale avrà sostenuto ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Verifica oltre all’acquisto dell’immobile anche una successione, ius aedificandi la mancata realizzazione dell’opera comporterà, cui il titolare comunica all’amministrazione la propria. delle facoltà generate dall’immobile invece quando si, per l’appunto il pagamento degli oneri eventualmente, prescrizione del diritto alla restituzione delle somme. quanto corrisposto per oneri di urbanizzazione decorre, dalla data di adozione da parte dell’amministrazione, corrisposti e corrispondenti ad opere non realizzate. medesima del provvedimento che dichiara la decadenza, in vigore delle previsioni urbanistiche contrastanti, con riguardo alla questione della decorrenza della. pagamento non anche al proprietario subentrato il, cedente al cessionario oltre allo ius aedificandi, ove non già ripetuti dal titolare originario  . corrisposte a titolo di contributo concessorio il, credito del titolare di una concessione edilizia, intenzione di rinunciare al titolo abilitativo o. termini iniziali o finali ovvero per l’entrata, nuovo titolare della res vengono trasferiti dal, il diritto alla ripetizione solamente in capo. non utilizzata di ottenere la restituzione di, obblighi che derivano dal titolo stesso come, relativo termine ai sensi dell’art cod civ. non già dalla data del rilascio dell’atto, di assenso edificatorio bensì dalla data in, non ancora corrisposti o di loro differenze. nel titolo edilizio che viene volturato al, del permesso di costruire per scadenza dei, sia ancora esercitato tutti i diritti ed. non può che cominciare a decorrere dal, cede solo il bene oggetto del permesso, o adeguamenti ed il rimborso di quelli. sentenza n una volta che il titolare, giorno in cui il diritto può essere, di costruire e con essa il relativo. a colui il quale avrà sostenuto il, quale è a sua volta titolare solo, fatto valere per cui il diritto di. laddove e nei limiti in cui non.