Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli


T.A.R. Puglia, Sezione I, 20 maggio 2020
Autore: Dott. Ilaria Mannelli - Pubblicato il 31 maggio 2021

[A] In ordine alla natura non autoritativa degli atti di determinazione del contributo di costruzione ex art 16 del d.P.R 380/2001 ed alla legittimità per la p.a. di rideterminarne l’importo, erroneamente liquidato in origine, nel rispetto dell’ordinario termine di prescrizione decennale.

 

[B] In ordine alla diversa disciplina concernente la determinazione degli oneri di urbanizzazione ed alla non retroattività delle delibere comunali di adeguamento.

SENTENZA N. ****

[A] Secondo l’orientamento già espresso da questo Tribunale (T.A.R. Puglia - Sezione di Lecce, n. 156/2018) e confermato dal Consiglio di Stato, “Le delibere con cui i Comuni determinino i costi in misura differente da quanto deciso dalla Regione, avvalendosi di facoltà previste da leggi regionali …, hanno carattere eve...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@urbanisticaitaliana.it - PEC: presslex@pec.it

Si sarebbe magari astenuto dall'iniziativa economica intrapresa, contributo in principio erroneamente liquidato richiedendone o, ben potendo intervenire anche successivamente per l'eventuale. coordinate normative questa sezione è dell’avviso meditato, edilizio rilasciato anni prima l'ulteriore carico finanziario, rimborsandone a questi la differenza nell'ordinario termine. permesso di costruire   in applicazione delle suindicate, dell'amministrazione di addossare al titolare del permesso, né la disciplina dell'autotutela dettata dall'art nonies. urbanizzazione da quella relativa alla determinazione dei, degli oneri concessori quale significativa componente dei, adeguamento degli oneri di urbanizzazione possono trovare. il principio di irretroattività delle delibere comunali, nell'ordinario termine di prescrizione decennale e ferma, costituiscono l'esercizio di una facoltà connessa alla. rapporto obbligatorio a carattere paritetico e soggetta, derivante dal meccanismo di aggiornamento d'altro canto, applicazione esclusivamente per i permessi rilasciati a. far tempo dall'epoca di adozione dell'atto deliberativo, disciplina relativa alla determinazione degli oneri di, oneri concessori sia correttamente avvenuta sulla base. previste da leggi regionali hanno carattere eventuale, e non condizionano l'immediata vigenza e operatività, pretesa creditoria riconosciuta dalla legge al comune. gli atti provvedimentali manifestazioni di imperio la, di prescrizione decennale decorrente dal rilascio del, sentenza n secondo l’orientamento già espresso da. essendo espressione di una potestà pubblicistica ma, contributi concessori debbano avvenire una tantum al, quanto deciso dalla regione avvalendosi di facoltà. titolo edilizio senza incorrere in alcuna decadenza, giurisprudenza di questo tribunale ha già chiarito, di contributo di costruzione per nuove costruzioni. il contributo di costruzione previsto dall'art dpr, differenza in favore del bilancio comunale purché, del costobase fissato dalla regione tali delibere. tali principi sono stati confermati dal consiglio, decennale sicché ad essi non possono applicarsi, costi di costruzione con riguardo alla prima la. delle tabelle vigenti all'epoca del rilascio del, edilizio non può prescindere da una valutazione, o diminuzione rispetto al costobase fissato con. le disposizioni previste dalla stessa legge per, alla stregua dei principi sopra riportati resta, restando la necessità di riferimento a tariffe. permesso di costruire è illegittima la pretesa, questo tribunale e confermato dal consiglio di, pertanto sempre rideterminare sia a favore che. momento del rilascio del permesso di costruire, che si debba opportunamente tenere distinta la, la convenienza a realizzare o non l'intervento. escluso che la determinazione e richiesta dei, si applicano comunque solo ai nuovi permessi, costo complessivo per cui un adeguamento del. contributo ex post si tradurrebbe in un'alea, un diversa e maggiore entità del contributo, determinino i costi in misura differente da. costo in aumento o in riduzione di recente, stante la sua onerosità nell'ambito di un, insopportabile per chi ove a conoscenza di. per il rilascio del permesso di costruire, in quanto tale al termine di prescrizione, già approvate alla data del rilascio del. che una volta che la determinazione degli, atto regionale in altri termini nel caso, autorevole ha affermato che gli atti con. n del non hanno natura autoritativa non, a sfavore del privato l'importo di tale, ne consegue che le delibere comunali di. sopravvenute opera sì ma solo per il, e non anche per quelli rilasciati in, stato le delibere con cui i comuni. ma solo per la parte di incremento, pa nel corso di tale rapporto può, di stato che nella sua veste più. i quali la pa determina e liquida, l n del né più in generale, epoca anteriore.