Rivista giuridica di urbanistica ed edilizia. ISSN 2498-9916     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli,   Avv. Federico Faldi  e  Dott.ssa Ilaria Mannelli
T.A.R. Campania, Napoli, Sezione V, 30 settembre 2022

[A] Sulla misurazione del superamento dei valori limite differenziali delle immissioni acustiche a finestre aperte e finestre chiuse. [B] Il valore limite differenziale delle immissioni acustiche è applicabile anche qualora il Comune non abbia proceduto alla zonizzazione acustica?

T.A.R. Lombardia, Sezione III, 6 aprile 2022

Sul primario obiettivo della pianificazione acustica, intesa a governare l'assetto del territorio sotto il distinto profilo della tutela ambientale e della salute umana.

T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. III, 4 gennaio 2021
Sulle funzioni della pianificazione adottata attraverso il Piano di classificazione acustica.
T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. III, 6 agosto 2020
Qual è il rapporto che sussiste tra la pianificazione acustica e quella territoriale?
T.A.R. Marche, Ancona, Sez. I, 26 giugno 2019
Quali sono le dirette ricadute pratiche della assimilazione della pianificazione acustica a quella urbanistica?
T.A.R. Marche, Ancona, Sezione I, 2 gennaio 2018
Quali rapporti intercorrono fra pianificazione urbanistica e pianificazione acustica del territorio?
T.A.R. Emilia Romagna, Parma, Sezione I, 1 giugno 2017
Nel nostro ordinamento vige un generalizzato obbligo di installazione di barriere antirumore in corrispondenza delle linee ferroviarie?
T.A.R. Abruzzo, L'Aquila, Sezione I, 30 maggio 2017
Sulla liberalizzione degli orari della distribuzione commerciale: distinzione tra programmazione generale degli orari e protezione dell’ambiente, della salute e del riposo dei vicini nelle ore notturne.
T.A.R. Toscana, Firenze, Sezione I, 12 dicembre 2016  
Nell'adozione del piano di classificazione acustica il Comune deve tenere conto delle preesistenti destinazioni d'uso delle aree di modo da non sacrificare le consolidate aspettative di coloro che vi si sono legittimamente insediati?
T.A.R. Toscana, Sezione II, 4 maggio 2015
[A] Sul PCCA e sulla differenza tra limite acustico di emissione e limite differenziale. [B] Sulla possibilità o meno di riconoscere effetto immediato e conformativo alla previsione contenuta nel PCCA attributiva di una determinata classe acustica ad una zona
T.A.R. Piemonte, Sezione II, ottobre 22 2005, n. 3251
La pianificazione acustica del territorio è sicuramente un’attività di pianificazione generale ed in quanto tale censurabile solo per arbitrarietà, illogicità e manifesta irragionevolezza